Divertimento

Divertimento
Traduzione di: 
Genere: 
Editore: 
Articolo di: 
"E' pura follia, lo capisco. Ma non è divertente passeggiare per Buenos Aires?" Un gruppo di giovani argentini si incontra durante i disordini del 1945. A unirli, la passione per la pittura, la voglia di sovvertire le regole e una sorta di indolente mal de vivre. Jorge e Marta Vigil, poeta pazzo lui e sua fedele scrivana dalla sessualità inquieta lei, le sorelle Moña e Laura Dinar, annoiate sistematicamente (e sistematicamente molestate) da un pedantissimo zio, il pittore Renato, impegnato in un dipinto allegorico che non riesce a completare, la 'brava ragazza' Susana detta Sù, l'arguto Insetto e Narciso, un sedicente sensititvo che organizza sedute spiritiche durante le quali viene evocato prevalentemente il fantasma di Facundo Quiroga. La bizzarra comitiva passa giornate intere a disquisire di arte, poesia e filosofia in un atelier ribattezzato 'Vivi come Puoi": fuori, una Buenos Aires pulsante e solare, che Marta e Insetto percorreranno - e scopriranno - palmo a palmo nella disperata ricerca della casa rappresentata nel quadro incompiuto di Renato...
Il romanzo d'esordio di Julio Cortàzar - pubblicato postumo nel 1986 e qui riproposto con felice intuizione da Voland - risente pesantemente del clima culturale nel quale l'autore viveva sul finire degli anni '40, quando la scoperta della 'new wave' letteraria europea dell'epoca, soprattutto francese, lo aveva strappato allo squallido e rozzo populismo imperante in Argentina regalandogli una nuova prospettiva, una speranza di cambiamento. Ecco quindi che l'isolamento dei giovani protagonisti nel loro olimpo dorato di schermaglie filosofiche e giochi di parole argute è più solitudine che distacco, più eremitaggio che elitarismo, più autismo che autonomia: ma in ogni caso è la reazione a una città, una società, una cultura che non sentono propria, che va loro stretta. Come i discorsi della cricca del 'Vivi come Puoi' è involuto lo stile di Cortàzar, zeppo di citazioni, irto di surreali nonsense, volutamente allusivo più che espressivo. E se alcuni testi nel testo (ad esempio i mirabili tre brevi racconti di Insetto 'Something rotten in my left shoe', 'Probabilmente falso' ed 'Esumazione') regalano lampi di pura energia, l'impianto generale del breve romanzo è un po' troppo giovanile per non sembrare - a tratti - acerbo. Ma il libro (bella la mucca in copertina, traduzione realizzata nell'ambito del Master in Traduzione editoriale organizzato dall'Agenzia formativa TuttoEuropa ) mantiene intatta, oltre alla importanza di documento degli esordi di uno scrittore di importanza assoluta nel panorama sudamericano e mondiale, la forza iconoclasticamente umoristica dello sfogo di un giovane intellettuale inquieto.

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER