Donne che comprano fiori

Donne che comprano fiori
Traduzione di: 
Genere: 
Editore: 
Articolo di: 

Intorno a un negozio di fiori di Madrid che frequentano abitualmente, si riuniscono cinque donne, ognuna con il suo bagaglio, la sua storia, i suoi pensieri. Tutti differenti. C’è Marina, che ha perso il marito da poco e si ritrova a dover ricominciare vincendo alcune paure e togliendo alcuni freni che limitano la sua ripartenza. E poi c’è Aurora, che dipinge e fa una vita condizionata dalla madre fin dall’adolescenza. Si tiene in casa Maxi, uno senza scrupoli che a poco a poco si è preso tutto di lei, cominciando dal wi-fi (quando la sua connessione non funzionava), si è sistemato nella sua casa e nella sua vita. Victoria, invece, è un ingegnere informatico, una carriera brillante davanti, frenata, però, da marito e figli per cui non vuole accettare un trasferimento a New York e si sente perennemente in colpa per lavorare troppo. Gala, diminutivo di Galatea, è un metro e ottanta di curve mozzafiato ed è la bionda che vende vestiti. Il suo atelier ha visto tempi migliori. Passa da un uomo all'altro, ma si mantiene indipendente mentre aspetta di innamorarsi del principe azzurro. Casandra è la vera e propria “superwoman”, donna indipendente che si è guadagnata tutto ciò che ha con il sudore della propria fronte. Brillante diplomatico, già eurodeputata, non ha ancora trovato l’uomo giusto: è una donna intelligente, che intimorisce e, come tale, destinata a essere sola. E poi c’è Olivia, la proprietaria del negozio di fiori...

Figure femminili diverse, sfumature, complessità, caratteristiche del mondo delle donne... Ma al di là della storia che si sviluppa e che intriga, è interessante come viene dipinta la differenza di genere: nella maggior parte gli uomini ne escono con le ossa rotte, ma ci sono (per fortuna!) eccezioni di spessore. A guardare bene, nonostante le caratteristiche diverse e per alcuni tratti anche rigide, forti, quasi da supereroine, le donne sono invece tutte fragili dalla parte del cuore: l’amore è ciò a cui tutte anelano, a volte anche per convenzione sociale. Ma quello che cercano è un amore da favola, quello che si sogna e che riempie la vita, mentre, soprattutto proprio per quelle caratterialmente più forti, c’è sempre un’attenzione serrata al non essere prese in giro, non essere circuite per loschi secondi scopi (siano essi soldi, posizione, voglia di leggerezza di quelli che rifuggono dal proprio nucleo familiare che però non molleranno mai). Vanessa Montfort sembra essere una profonda osservatrice del mondo femminile al quale appartiene e ha abbinato bene situazioni, anche sentimentali, ad aspetti del carattere e alle personalità. Uno spaccato di vita vero, situazioni che incontriamo tutti i giorni. E’ bella la modalità dell’incontro fra tutte: in un negozio di fiori che loro comprano per motivazioni diverse e dove, a un certo punto, appare anche la stessa scrittrice: non poteva non esserci! Inevitabile il successo: ci si ritrova tra le righe.



Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER