Dreamology

Dreamology

A ogni risveglio Alice dice addio al suo ragazzo dei sogni, il suo Max che la insegue per i corridoi del Metropolitan museum scagliandole addosso manciate di torta Oreo, lo stesso Max che le tiene la mano e l’accompagna in strampalate avventure fin da quando aveva sei anni. È il suo Lui, la sua metà della mela, il suo principe azzurro pronto a sostenerla quando sta per cadere. Peccato soltanto che svanisca ogni volta che lei riapre gli occhi. Perché quando il sole fa capolino Alice è di nuovo Alice, una sedicenne che vive col papà, serioso professore universitario, e con una mamma che ha preferito studiare i primati in Madagascar piuttosto che vederla crescere. Ma può farcela a superare anche questa giornata, in fondo ha solo cambiato città ‒ da New York a Boston, dritta nella casa che apparteneva a sua nonna con tutti i suoi vecchi cimeli ‒, e cambiato scuola, frequenterà la prestigiosa Bennett Academy. Quello che sta per vivere sarà un nuovo anno pieno di aspettative in attesa del college che ancora non ha scelto, senza la sua migliore amica Sophie ma con il suo Max dei sogni, che però irrompe inatteso nella realtà e frequenta proprio il suo corso di psicologia…

“(…) I sogni son desideri chiusi in fondo al cuor”, cantava la Cenerentola disneyana, ma quando i sogni diventano realtà fatta di carne e ossa e ci capita di incontrare il vero amore che credevamo non esistesse, è il cuore a entrare in confusione, specie a sedici anni e soprattutto se è un cuore romantico come quello di Alice. Una tenera storia d’amore sui generis quella tra Max e Alice, iniziata all’insaputa l’uno dell’altra in seguito a un esperimento sul sonno e catapultata nella realtà come per magia, scombussolando il tran tran quotidiano di due adolescenti dall’infanzia non priva di traumi. Con una prosa leggera e scanzonata, Lucy Keating ci accompagna in questa romantica avventura in pieno stile serendipity. Della serie “tutto può succedere, persino di sognare il vero amore e poi scoprire che esiste davvero”, anche se poi ha la ragazza, se inizialmente si mostra ostile e fa finta di non ricordare, se forse è meglio che Alice ci metta una pietra sopra. L’esordio letterario della Keating ‒ pubblicato negli Stati Uniti da Harper Teen ‒ si rivela una deliziosa favola moderna con una Cenerentola in versione newyorchese. Una lettura da godersi a occhi sognanti magari seduti a un caffè, con un tramezzino al cetriolo e il tè delle cinque, in attesa di un alito di poesia che tinga di rosa il nostro quotidiano.



 

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER