Eudeamon

Eudeamon
Futuro prossimo. La città di Eudemonia è una meraviglia di vivibilità e modernità stretta attorno  alla Ashton Technologies, un'industria hi-tech che dà lavoro a tantissime persone e ha avviato da qualche tempo addirittura un progetto sperimentale destinato a rivoluzionare il sistema penale: il Banishment. Di che si tratta? Ai condannati a pene superiori a 5 mesi per crimini non violenti viene offerta la possibilità di non entrare in prigione ma scontare la pena come Bane, cioè coperti da una tuta nera di latex integrale (il cosiddetto Banesuit) che annulla il senso del tatto e da un casco senza aperture contenente un computer tecno-organico che monitora le onde cerebrali e impartisce punizioni in caso di comportamenti scorretti. I Bane, privati della propria identità e della possibilità di comunicare, possono vivere in città – solo all'aperto, s'intende – ma non possono interagire in nessun modo con i cittadini, pena l'aumento del loro periodo di Banishment. Ed è vero anche il contrario: chi prova a rivolgere la parola o ad aiutare o ad ospitare (o a sedurre) un Bane compie un reato da codice penale. Il programma sta avendo successo, e le strade di Eudemonia si sono via via riempite di Bane, mute presenze nere che convivono a fianco dei cittadini come paria intoccabili. La giornalista Katrina Nichols sta indagando da tempo su questi bizzarri galeotti, ma senza scoprire granché: il contatto con un Bane femmina che si comporta in modo assai strano le fa intuire che il Banishment nasconde molti segreti, ma come svelarli? Quando il fidanzato Steven la molla per telefono senza una spiegazione, Katrina decide che non ha più nulla da perdere e assieme al direttore del suo giornale organizza un reportage segreto: grazie a uno scambio di identità la giovane giornalista si spaccerà per una prostituta recidiva e sceglierà il Banishment come pena alternativa. Per Katrina inizia un'incredibile avventura dalla quale uscirà trasformata per sempre...
Erika Moak è il nome d'arte di una transgender di Little Rock, Arkansas specializzata in fiction letteraria e disegni su tematiche decisamente fetish che posta sul suo sito www.evil-dolly.com e su Second Life. Così ha fatto anche con questo Eudeamon, che ha attirato l'attenzione di Winthorpe Foghorn Zinnemann (anche questo è un nome d'arte, un avatar secondlifesco), vera guru della scena BDSM virtuale italiana, che si è innamorata del romanzo e l'ha voluto tradurre in italiano. È proprio il caso di dire grazie agli amanti di latex, bondage e dintorni, perché il libro è molto più che un pretesto narrativo per snocciolare scene erotiche 'specializzate': è un incantesimo. Sin dalle prime pagine si capisce che c'è qualcosa di diverso dal solito, qualcosa di speciale che ti prende alla gola e non ti molla. Quante volte hai letto o scritto che un libro ti costringe a girare le pagine senza poter smettere per sapere come evolve la storia? Beh, stavolta è vero. Il plot non è solo avvincente, è anche ricco di simboli e metafore, sociali, politiche e sessuali: il filo conduttore è una sorta di ecologismo lesbo-mistico militante apparentemente stridente al massimo col gusto per la sottomissione che permea le avventure di Katrina. Ma proprio nel cuore di questa contraddizione – che è del resto centrale nella sessualità umana contemporanea – vive la magia pagana di questo bizzarro romanzo di fantascienza assolutamente da non perdere. Unico neo l'immagine di copertina, del tutto fuorviante.

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER