Falangismo e fascismo

Falangismo e fascismo
Autore: 
Genere: 
Editore: 
Articolo di: 

Il falangismo spagnolo e il fascismo italiano erano così simili come può sembrare al netto di un’analisi superficiale? Il falangismo di Francisco Franco ha rappresentato una visione particolare del pensiero politico europeo del XX secolo e troppe volte è stato interpretato come una variante locale del fascismo italiano. E in effetti non si può negare la ripresa di alcuni punti dell’ideologia che ai tempi era divenuta forza politica e di (totalitario) governo in Italia: dal Fuero del Trabajo che altro non sarebbe che una ripresa in salsa spagnola della Carta del Lavoro mussoliniana fino alla comune importanza riconosciuta al cattolicesimo quale religione di stato. Le differenze però sono a dir poco macroscopiche e si possono rintracciare sul piano della politica economica e soprattutto estera, con la scelta spagnola di non intervenire nella Seconda Guerra Mondiale che, data la lunga durata del potere di Franco (in carica sino alla morte, avvenuta nel 1975), si è rivelata una scelta senz’altro più felice di quella dell’Italia fascista. Tuttavia il nodo fondamentale sta nel fatto che il falangismo franchista fu semplicemente un regime autoritario, mentre il fascismo fu un regime totalitario a tutti gli effetti…

Il saggio di Giulio Alfano, breve e estremamente puntuale nel proporre la sua tesi, offre uno sguardo da destra fortemente permeato della cultura cattolica di cui l’autore è profondo conoscitore. L’esperienza della Spagna franchista, in effetti, è stata fin troppo snobbata dalla saggistica divulgativa che nel corso degli anni si è limitata a poche pubblicazioni, sebbene quasi sempre interessanti. Non perdendo mai di vista il taglio dato da questo eclettico professore e saggista, il lettore può trovare diversi spunti per fare chiarezza su una pagina di storia di cui si sa poco, soprattutto sul piano ideologico e terminologico, segnando al contempo un solco con il fascismo italiano che, al termine di questa disamina, risulta profondamente diverso dal falangismo spagnolo. Altrettanto vigorosa è la parte in cui Alfano parla della caduta del fascismo italiano, della quale vengono analizzate cause e conseguenze in maniera schietta, diretta e da non tutti condivisibile. Falangismo e fascismo si presenta quindi come un’opera coraggiosa, che fa discutere (specialmente nella parte finale) e che funziona soprattutto nella parte dedicata alla ricostruzione di somiglianze e differenze fra questi due modi di intendere lo stato e, più in generale, il potere.



Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER