Follie di Brooklyn

Follie di Brooklyn
Autore: 
Traduzione di: 
Genere: 
Editore: 
Articolo di: 
Con un matrimonio fallito e un tumore ai polmoni in remissione, il cinquantaseienne Nathan Glass ritorna nella sua natia Brooklyn, in cerca di un buon posto dove morire, naturalmente solo dopo aver scritto qualche altro capitolo del suo bizzarro libro La follia umana. Oltre ai luoghi, ritrova anche alcune persone che nel passato per lui sono state importanti. Per esempio Tom, suo nipote, che nonostante una brillante carriera accademica ha fatto il tassista per molti anni e ora a quanto pare si è rassegnato a lavorare come commesso in una libreria antiquaria proprio a Park Slope, a pochi metri da dove si è stabilito Nathan. Il padrone della libreria dove lavora Tom è un certo Harry Brightman, un attempato omosessuale dalla parlantina sciolta che nasconde parecchi scheletri nell'armadio. Arenati in attesa di un futuro assai incerto, i tre subiscono gli assalti del passato, che torna a turbare le loro vite: un ex amante e complice di Harry in una truffa che era costata al libraio in passato 5 anni di prigione si fa vivo con una proposta pericolosa; la piccola Lucy, figlia della sorella di Tom, che ha sposato un fanatico religioso, fugge di casa e si rifugia da Nathan e Tom; intanto Nathan cerca di riconquistare la fiducia e l'affetto di sua figlia Rachel, che ha colpevolmente trascurato in passato...
Sono i personaggi e le storie alle quali Paul Auster ci ha abituato da sempre: una commedia umana lieve, amara ed emozionante che lo scrittore dipinge sullo sfondo impareggiabile di una New York luminosa ed ignara, fotografata alla vigilia dell'11 settembre 2001. Un libro prezioso, che ha il sapore di una torta preparata con ingredienti semplici e genuini ma non per questo meno raffinata di un dolce di alta pasticceria.

 

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER