Forse non tutti sanno che nelle Marche…

Forse non tutti sanno che nelle Marche…

Luca Della Robbia e i suoi figli, grazie anche all’incontro con grandi artisti come Donatello e Brunelleschi, furono gli inventori di una tecnica particolare e raffinata che prende il nome di terracotta policroma invetriata che via via perfezionarono e produssero con sistemi simili a quelli industriali. Non solo: da Firenze Andrea Della Robbia cominciò a diffondere l’arte di famiglia in altre regioni e suo figlio Marco in particolare, meglio noto come Fra Mattia, divenne molto attivo nelle Marche, dove è possibile ammirare spesso in piccoli borghi veri e propri capolavori. Federico da Montefeltro nasce a Gubbio eppure siamo soliti associarlo alle Marche più che all’Umbria. Infatti, in seguito ai servigi offerti e al suo valore in battaglia, venne proclamato nel 1474 duca di Urbino. Nonostante le vicende politiche, spesso anche poche chiare, che lo coinvolsero fu senz’altro un uomo di grande potere e sotto il suo comando il ducato di Urbino divenne uno tra i centri culturali più noti in tutta la nazione. Circondandosi di artisti di fama internazionale, da Piero della Francesca a Paolo Uccello, riuscì a costituire una biblioteca con 1760 codici e manoscritti, assolutamente unica nel suo genere…

Dopo 101 cose da fare nelle Marche almeno una volta nella vita e 1001 monasteri e santuari in Italia da visitare almeno una volta nella vita, Chiara Giacobelli, scrittrice e giornalista, torna ad occuparsi della sua regione di nascita. Lo fa tracciando una rotta dei luoghi forse meno noti, quelli che sfuggono dagli itinerari percorsi dal turismo di massa, raccontando le storie di uomini e donne che sono nati o hanno scelto di vivere in questa “terra di mezzo sul mare Adriatico […] abitata da uomini sobri e prudenti, più amati del silenzio che delle parole”. Da don Matteo Ricci con i suoi scambi culturali e religiosi con la Cina, alla indimenticabile Renata Tebaldi; da Paolo e Francesca, eternamente immortalati da Dante ne La Divina Commedia, a Valeria Moriconi, attrice di teatro affascinante ed eclettica. Ma anche cibo, borghi, eremi, architettura, leggende, folklore, senza tralasciare ovviamente la Recanati di Giacomo Leopardi e non solo. C’è molto in questo volume da suscitare più che una curiosità su una regione mai abbastanza valorizzata, che sotto il suo aspetto immobile e dolce come le sue colline, nasconde preziosi tesori che aspettano solo di essere scoperti.



 

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER