Francesco e Chiara

Francesco e Chiara

Assisi. Tredicesimo secolo. La famiglia di Chiara è in fuga verso Perugia a seguito di lotte cittadine fomentate dai mercanti. Fuggono via mentre guardano la loro casa andare in fiamme. Chiara per poco non li fa ammazzare tutti per rincorrere la sua volpe sfuggitale dalle braccia. Chiara, bella quanto cocciuta, che parla con Gesù. E non risparmia di dare risposte secche e pungenti al padre che la rimprovera di dare i loro beni ai poveri. Mentre Chiara e la sua famiglia sono in salvo a Perugia, Francesco va in guerra. Ma ci va per farsi bello, per dimostrare di essere il primo. E soprattutto il più elegante. I giochi e i passatempi delle fanciulle vengono interrotti dalle notizie dal fronte: si preparano alla battaglia che deciderà le sorti della guerra. E le loro. Gli equilibri chiedono partecipazione e sacrificio: Chiara sarà data in sposa ad un nobile perugino per garantire alla sua famiglia sicurezza. Ma la ragazza ha tutt’altri progetti. Francesco è stato fatto prigioniero in battaglia. Da questo momento in poi si susseguono eventi che cambieranno la direzione delle loro vite e quella della Storia: la fuga di Chiara e Agnese, l’incontro di Francesco con il papa Innocenzo III, le tentazioni di Francesco e quelle dei frati durante il Capitolo, l’incontro con il Sultano, la creazione dell’Ordine, le stimmate…

Francesco e Chiara d’Assisi sono due personaggi dei quali si è detto molto. Tutti conoscono la loro storia. Eppure Barbara Alberti, nota scrittrice ed opinionista, riesce, con uno stile vivace e frizzante, a raccontare le loro storie attraverso i loro occhi portando alla luce i loro sentimenti, le emozioni e facendo rivivere un periodo storico assai lontano da quello contemporaneo. Il Francesco della Alberti, dichiaratamente atea, è un poeta innamorato di Dio, solo contro tutti, contro la rigidità del suo tempo. In perenne lotta interiore tra il bene e il male. Fedele al Vangelo, “sine glossa” come amava ripetere il santo, senza sconti. Nato dall’analisi attenta delle Fonti Francescane, ‘Francesco e Chiara’ propone una rilettura distaccata e ironica, coinvolgente e appassionante della vita dei due protagonisti. Due ragazzi coraggiosi e audaci, ma incompresi dagli uomini e dalle donne del loro tempo. Le illustrazioni di Piero Di Domenicantonio, delicate e poetiche, arricchiscono la trama e completano con grazia e delicatezza la storia. Un racconto che rapisce, per ricoprire, oggi, l’eredità di Francesco e Chiara nel loro messaggio essenziale: povertà, umiltà e semplicità. Messaggio rivoluzionario oggi più di allora.



0

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER