Fuori si gela

Fuori si gela
Autore: 
Genere: 
Editore: 
Articolo di: 

La ragazza ha appena ordinato la sua solita colazione: spremuta d’arancia e sfogliatina integrale alle mele. Sfoglia distrattamente un quotidiano. Lo fa per abitudine, senza mai realmente soffermarsi su nulla. Ad un tratto legge qualcosa che la sconvolge: una donna è stata trovata priva di vita uccisa da oltre sessanta pugnalate. La colazione le risale immediatamente in gola. Ha la nausea. Tutto sembra accartocciarsi e perdere senso… Nora si specchia. Con delle forbici sta tagliandosi i capelli. Sta gettando al vento quel che resta della sua femminilità. Dopo la separazione con il suo compagno, la vita con sua figlia adolescente sta diventando un incubo. Si sente giudicata da lei per qualunque cosa. Non riesce a ricostruirsi una vita privata. Le relazioni che prova ad intraprendere con altri uomini si rivelano tutte fallimentari. La sua vita è alla deriva. Lei stessa è alla deriva… La neve cade copiosamente. La donna la guarda e sente un senso di pace. Tutto è interrotto bruscamente dalla telefonata di sua madre. Sua sorella Barbara, la più piccola, non è rientrata a casa. Bisogna cercarla. Barbara è sempre stata così, la “pecora nera” della famiglia, quella che ha sempre infranto le regole, ha calpestato la vita di tutti per egoismo, come se le fosse sempre tutto concesso, come se non ci fossero mai conseguenze serie alle sue azioni. Ed ora le tocca tornare a casa dei genitori, cercarla, riportarla sana e salva da sua madre. Mettere ancora una volta da parte la sua vita…

Debora Omassi, classe 1993, è stata una modella. Ha smesso di calcare le passerelle e si è dedicata con passione alla scrittura. Fuori si gela è la sua opera prima. Sono nove racconti estremamente intensi e impegnativi per il lettore. La scrittura è semplice, diretta, colpisce il cuore delle situazioni. I personaggi dei racconti della Omassi sono uomini e donne giunti, per i motivi più disparati, a dover fare i conti con la propria vita. Non hanno più possibilità di trascinarsi senza affrontare la realtà che li travolge letteralmente. L’autrice cerca di scattare una fotografia della nostra società, uno spaccato della nostra vita quotidiana. Sentiamo tutti freddo dentro. Quel gelo che è metafora del nostro essere “congelati” nelle nostre apparenti granitiche convinzioni, nei ruoli che ci hanno attribuito – e che noi stessi recitiamo con tenacia – da cui non riusciamo a uscire per mostrare chi realmente siamo, per vivere la vita che desideriamo e non quella che è stata scritta per noi. I racconti sono tutti ambientati a Milano: il gelo esterno rispecchia il mondo interiore dei protagonisti e la Milano “da bere” fa da contorno perfetto alla vacuità dei nostri falsi interessi. Debora Omassi scrive con una onestà intellettuale che sono in pochi a possedere, non edulcora nulla, non ci apre possibilità di redenzione. Se qualcuno mai dovesse riuscire a “salvarsi” il prezzo da pagare sarebbe altissimo. Siamo disposti a perdere tutto e a ricominciare da zero?



 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER