Getsemani

Getsemani
In una città del Mediterraneo alcuni tiratori scelti si apprestano ad occupare la posizione, intenti a parlottare con gli auricolari. Si muovono rapidi da una terrazza all’altra, con  il catrame dell’impermeabilizzazione ormai ridotto ad un sciroppo denso e appiccicoso. Qui, nel Golfo degli Angeli,  il diluvio si è scatenato per sette mesi di fila, fin quando è arrivato un incandescente vento del nord e tutto è piombato sotto la calura. Sotto gli occhi di questi cecchini, ci sono gli agenti con i giubbotti  irrobustiti, che avanzano strisciando lungo i muri che portano alla banca di questa zona periferica. Sono impegnati a sventare il tentativo di rapina organizzato da una donna armata che tiene in ostaggio tre persone. Proprio in quel luogo, dove un tempo sorgeva un uliveto secolare, adesso c’è un quartiere residenziale, sorto dalla lottizzazione, con casette, vialetti, il centro commerciale, qualche piscina qui e lì, con un nome che porta lontano, Getsemani…
Con un’aggettivazione degna di un navigato cesellatore o di un  operatore cinematografico, Francesco Abate tesse un’opera dal ritmo sapientemente  serrato e continuamente votato al colpo di scena, presente fino all’ultima pagina, con una spiccata abilità per le ambientazioni fisiche dagli impliciti significati psicologici. Nonostante l’articolazione interna del romanzo,  che ne rivela un’indubbia complessità, l’autore tiene sempre saldamente le fila delle vicende narrate, osservante di una linearità narrativa  altrettanto evidente, senza farsi ubriacare dalle vertigini che egli stesso fa vivere al lettore, con un tenore stilistico di qualità, con un acuto spirito di osservazione che ben si coniuga con il significato antifrastico del titolo: una cruda ironia  sul velleitario tentativo della modernità(anche di tipo architettonico-edilizio) di cancellare la metafora del luogo della tragedia per eccellenza, quel Getsemani, dove gli ulivi non decoravano, né consolavano l’uomo-Dio dall’esperienza tragica dell’abbandono.

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER