Gli alchimisti ‒ Un amore terreno

Gli alchimisti ‒ Un amore terreno
Autore: 
Traduzione di: 
Genere: 
Articolo di: 

Il giovane Carl Fredrik Bergklint, da poco laureato in topografia all’università finlandese di Turku, ascolta con entusiasmo le indicazioni del Capitano minerario, che lo introduce in quello che a tutti gli effetti è il luogo dove possono materializzarsi straordinari prodigi. Il Capitano è convinto che il ragazzo sia uno dei prescelti e al suo arrivo misura la larghezza e l’altezza del suo cranio per trovare le conferme che cerca nella fisiognomica. In quel luogo scuro dove la fiamma dovrà rimanere accesa ininterrottamente per almeno un anno, ci si prepara ad un impresa cara ad ogni alchimista, un’impresa ambiziosa, dalla cui riuscita può dipendere il benessere dell’intera nazione: la fabbricazione dell’oro, che potrà riportare il potere nel campo dello spirito sottraendolo a quello del tutto materiale. Le giornate sono scandite dall’approfondimento, dallo studio, dalle letture e dalle conoscenze che il Capitano condivide con lui, in particolare la filosofia di Emanuel Swedenborg. La necessità di occuparsi dei figli del Capitano minerario, trascurati dalla superficialità di sua moglie, diventa una nuova sfida, così come la storia d’amore che l’aspetta dietro l’angolo, pronta a ribaltare ogni convinzione…

La trasmutazione, il cambiamento e il continuo mutare delle cose tipici dell’alchimia abbracciano nel profondo questo romanzo del prolifico finlandese Antti Tuuri, che ha al suo attivo oltre trenta romanzi tradotti in almeno venti lingue. Nelle sue pagine si mescolano sapienza antica, storia, scritti della tradizione e l’attenzione che lo contraddistingue al suo Paese. In Italia il romanzo è stato pubblicato grazie al Finish Literature Exchange, un’organizzazione che dal 1977 supporta la traduzione e la diffusione della letteratura finnica nel resto del mondo. In questo caso si tratta della primo di due volumi dedicati alla storia di August Nordensklöld, appassionato seguace dell’autore dell’Opera Philosophica e Mineralia, il teologo animista che tanto influenzò i grandi pensatori della sua epoca. Un romanzo denso, che ci restituisce intatto il fascino di una sapienza antica, a cui ancora oggi in tanti si rivolgono, e il fascino del nord Europa, di una tradizione culturale differente dalla nostra e che vale la pena approfondire.



 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER