Gli inferni di Zandru

Gli inferni di Zandru
Siamo nell'era del Caos. Una guerra fratricida è appena terminata. Il malvagio Rumail, grazie all'uso del laran, un'energia psichica potentissima, è riuscito a malapena a difendere il suo regno dagli attacchi del fratello Damian. Rumail decide così di risolvere la questione una volta per tutte e pianifica l'invio del figlio Eduin a corte per sterminare gli ultimi rimasti appartenenti alla casata reale Hastur. Una volta arrivato alla Torre di Arilinn però Eduin diventa amico del principe Carolin, futuro sovrano di Hastur, e perciò decide di desistere dal suo intento mortale. Tale tregua però si rivela essere solamente temporanea poichè a corte giunge Varzil il "buono", anch'egli laranzu potente e desideroso di imparare, che entra immediatamente nelle grazie di Carolin e scalza così Eduin dalla sua posizione privilegiata. Il figlio di Rumail a questo punto torna all'antico odio nei contronti degli hastur e, grazie alla fiducia guadagnata durante la sua permanenza a corte, tenta in tutti i modi di danneggiare Carolin e Varzil con i suoi subdoli inganni e soprattutto con la forza oscura del laran. La missione principale diventa quindi quella di allontanare il compimento del processo di pace, ostacolando Carolin e Varzil nella ricostruzione della Torre di Neskaya e nella messa al bando della forza nociva del laran...
Gli inferni di Zandru è il secondo volume della trilogia di Clingfire che si pone all'interno di quell'affascinante universo fantasy che la saga di Darkover incarna. Il romanzo in questione è il prequel de La Caduta di Neskaya, anch'esso edito da Longanesi nel 2007. Gli eventi narrati si collocano quindi come una sorta di flashback rispetto al romanzo precedente, raccontando delle vicende al tempo dei Cento Regni. La forza di Darkover rimane intatta e avvolgente in tutta l'opera, nonostante il completamento del romanzo da parte di Deborah J, Ross, incaricata di terminare le opere lasciate in sospeso a causa della prematura scomparsa dell'autrice storica della saga, Marion Zimmer Bradley, avvenuta nel 1999. Gli aficionados di Darkover si sentiranno perciò immediatamente a proprio agio, catturati dalle magiche e familiari atmosfere di queste pagine. È importante mettere in evidenza però come il romanzo in questione sia perfettamente godibile e comprensibile anche per coloro che si approcciano per la prima volta a questo universo, senza avere alcun tipo di conoscenze pregresse. Il romanzo è diviso infatti in quattro sotto-tomi dal ciclo completo, i cui ultimi due riportano in vita le vicende raccontate ne La Donna del Falco, romanzo anch'esso pubblicato da Longanesi nel lontano 1989. La narrazione in Gli Inferni di Zandru è sempre ricca di pathos e totalmente priva di quei noiosi rallentamenti di cui soffriva La caduta di Neskaya e i personaggi sono tratteggiati in maniera magistrale, conquistano e rendono facile l'immedesimazione per via dello spirito indomabile e per l'inguaribile speranza per un domani migliore. Degna di nota è anche la localizzazione in Italiano affidata a Maria Cristina Pietri, da anni responsabile della traduzione dei romanzi della trama e perciò sempre molto ispirata. Darkover è tornato, e l'ottimo inizio di questo nuovo ciclo riempie di fiducia tutti gli amanti di questa saga leggendaria.

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER