Graceland

Graceland
1983, Lagos, Nigeria. Il sedicenne Elvis vive in una catapecchia del ghetto di Maroko con suo padre Sunday, un ex uomo politico alcolizzato e disoccupato. Sua madre è morta da otto anni per un tumore al seno, e per sbarcare il lunario il ragazzino imita Elvis Presley sui marciapiedi vicino agli alberghi. Ma quando il suo amico Redemption gli propone di fare qualche soldo in più unendosi a lui nei suoi traffici criminali, Elvis decide di seguirlo: inizia per lui un'odissea di degrado, violenza e pericolo sulle strade di una città nella quale si vendono farmaci sugli autobus e militari sadici vanno a caccia di ragazzini mentre progettano colpi di stato...
Probabilmente il capolavoro di Chris Abani, figura leggendaria della letteratura africana, un uomo che ha pagato con la prigione prima e l'esilio poi la sua passione per la libertà di scrittura, Graceland è un gioiello di originalità ed energia a partire dalla sua struttura: ogni capitolo di questa favola metropolitana e rurale allo stesso tempo (a seconda che il plot si dipani a Lagos nel 1983 o nella campagna nigeriana dieci anni prima) si apre con brani dedicati ai rituali della noce di cola, alla cultura Igbo, alle pianet medicinali, alle ricette. Un alternarsi di tribalismo e modernità che fotografa con rara precisione l'Africa degli ultimi decenni e le sue contraddizioni, e che costituisce la spina dorsale di un romanzo teso e drammatico ma anche teneramente divertente, assolutamente indimenticabile. Graceland si è aggiudicato il premio Hemingway Foundation/Pen Award ed è stato inserito nei 25 libri più belli del 2004 dal Los Angeles Times.

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER