Honeymoon

Honeymoon
Traduzione di: 
Genere: 
Editore: 
Articolo di: 

Hiroshi e Manaka si sposano a diciott'anni senza che a nessuno sembri una cosa sorprendente. Sono insieme da tanti anni, sono vicini di casa e sembrano aver trovato nelle rispettive fragilità il senso di un legame molto profondo.Hiroshi vive da solo con il nonno, perché i genitori, adepti di una misteriosa setta religiosa che ha un che di satanico, se ne sono andati in California e lì si sono separati, pare. Manaka dal canto suo, che vive con il padre ristoratore e la matrigna, ama passare le giornate in giardino a fantasticare e a giocare con la sua cagnetta, l'affettuosissima Olive. A turbare la calma di questo strano matrimonio giunge prima la morte di Olive, ormai anziana, e poi quella del nonno di Hiroshi, che - ritrovatosi solo - decide di fare pulizia degli oggetti dei genitori rimasti in casa, primo tra tutti un orribile altare intarsiato di ossa, stracci e sangue che ammorba una camera della casa col suo puzzo di putrefazione. L’angoscia che opprime ora Manaka e il suo giovane, fragile marito è palpabile, e la ragazza decide di fare una seconda luna di miele, molto diversa dal solito: destinazione l’Australia, dove è emigrata la mamma di Manaka dopo la separazione dal marito, avvenuta quando la ragazza era ancora neonata...

La tenera favola di due Candidi con gli occhi a mandorla lanciati allo sbaraglio contro la morte - nientemeno - la malvagità, il tradimento e le miserie umane è il pretesto per Banana Yoshimoto per enunciare un esistenzialismo stilizzato come un haiku, privo del grand guignol della filosofia occidentale (“Sommersi dalle onde, nuotiamo, giochiamo senza risparmio, e alla fine scompariamo e ci dissolviamo da qualche parte”), e per ergerlo a personalissima barriera contro i ritmi e i compromessi della società umana. Un manifesto (stampato su carta color pastello, direi) che porta alle estreme ma ineludibili conseguenze il lavoro di anni, una bibliografia con una marcata coerenza interna, le atmosfere rarefatte eppure prive di chiaroscuri che i fan dell’autrice nipponica ben conoscono. Paradigma.



0
 

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER