Hotel Transilvania

Hotel Transilvania
Uno straniero colto, ricchissimo, raffinato e affascinante, il Conte Saint-Germain, arriva a Parigi alla corte di Luigi XV. Qui scopre le macchinazioni di una setta di satanisti guidata dal perverso Barone Saint-Sebastien, che stanno preparando un sacrificio umano. Per convincere la giovane e splendida Madelaine de Montalia, la vittima prescelta, che corre un mortale pericolo, Saint-Germain le rivela la sua identità: egli è in realtà un vampiro immortale che vaga senza pace per le epoche. Madelaine, ammaliata, si abbandona al suo amore che sa di sangue...
Diciannove romanzi (il ventesimo è in uscita negli Usa) e cinque spin-off: ecco la monumentale saga dedicata al Conte Saint-Germain dal 1978 ad oggi dalla Quinn Yarbro, che non ha alcuna intenzione di fermarsi qui. La Gargoyle Books ha deciso di pubblicare integralmente la saga, finora colpevolmente (ed inspiegabilmente) trascurata dagli editori di casa nostra: si parte con Hotel Transilvania. Il vampiro-gentiluomo dell'autrice californiana è lontano dagli stereotipi ma non abbastanza da risultare sgradevole al grande pubblico, che - conquistato dall'approccio romantico-sensuale della Quinn Yarbro e dalle ambientazioni esotiche - ha decretato uno stratosferico e duraturo successo di vendite per la saga. Alla base del fascino di Saint-Germain (ispirato alla figura storica del Conte di San Germano, uno scultore sedicente alchimista e studioso di arti esoteriche che presso le corti di mezza Europa si spacciava per immortale) un suggestivo rovesciamento di prospettiva: in una società basata sulla violenza e sull'arbitrio, la figura del vampiro è contrariamente al solito vista come un argine al caos, un eroe che lotta contro la crudele natura, sua e del resto del mondo.

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER