I diritti umani e le usurpazioni papali

I diritti umani e le usurpazioni papali
Autore: 
Traduzione di: 
Editore: 
Articolo di: 
Quale legge autorizza il Papa ad esercitare un potere temporale? Dove sta scritto che il vescovo di Roma deve avere più potere degli altri vescovi? Nei Vangeli, no di certo. Almeno secondo Voltaire, che in questo piccolo saggio ripercorre brevemente la storia delle maggiori conquiste territoriali dei papi, dal Medioevo al tardo Rinascimento. Conquiste fatte con la forza o con il raggiro - come è successo per Napoli e la Sicilia, per Ferrara o i casati di Castro e Ronciglione. Voltaire, dichiarando illegittime le pretese temporali dei papi lancia - venti anni prima della rivoluzione francese, -“il grido delle nazioni”...
Questo pamphlet per la prima volta tradotto in Italia (in edizione molto ben curata, con note e testo a fronte) venne scritto da Voltaire sull'onda della cacciata da molti Paesi europei dell'Ordine dei gesuiti. Come spiega il curatore Paolo Fontana nella breve introduzione, a far scoccare la scintilla fu l'espulsione dal Portogallo, nel 1759, della Compagnia di Gesù, per ordine del re Giuseppe I. Episodio che diede il via a una serie di rivendicazioni su scala europea contro la Santa Sede. Il libretto di Voltaire, datato 1768, si colloca in questo contesto, perfettamente in linea con lo spirito illuministico del tempo. Il breve scritto, dallo stile semplice e ironico, ebbe presto una notevole diffusione in tutte le corti d'Europa alimentando i fervori laici e anticlericali di fine settecento.

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER