I padroni dell’umanità

I padroni dell’umanità
“Le nostre società stanno andando verso la plutocrazia. Questo è il neoliberismo” tuona il linguista statunitense Noam Chomsky, puntando il dito contro i signori delle multinazionali, i grandi banchieri e gli oligarchi, responsabili del collasso globale dei sistemi democratici di mezzo mondo. Si discute di poteri tecnocratici, di burocrati e dirigenti che stanno conducendo i paesi europei verso forme di potere dittatoriale e autoritario, imponendo una dominazione planetaria della dottrina politica. Un attacco frontale alla popolazione mondiale avallato dal complice silenzio dei mass-media, la cui tendenza “è quella di «sospingere gli utenti verso una visione del mondo più ristretta”...
I padroni dell’umanità è un’antologia di saggi politici (1973-2000) tradotti per la prima volta in italiano, attraverso i quali si orienta l’esplorazione verso la natura patologica delle democrazie occidentali, costruendo una mappa geoteorica che localizza l’inganno neoliberista e la sua molecolare e decennale capacità di attecchire nei Paesi del blocco europeo e americano. Una evidente lucidità di pensiero e di analisi è prodotta da questo laboratorio testuale di ricerca politica, che trova sostanza e materia nella vivace intelligenza del professore americano, l’agrimensore che ha tracciato il solco dell’analisi sulle plutocrazie e cleptocrazie della società contemporanea e che lui, in quanto intellettuale avvezzo alla ricerca della verità, denuncia in prima persona.

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER