I ragazzi Burgess

I ragazzi Burgess
Jim, Bob e Susan vivono vite lontane. Schivi e disinteressati, si profondono nelle loro faccende con flebile solerzia. La boria, la disistima e la sciatteria sembrano perseguitarli come i fantasmi con i quali hanno vissuto nella loro infanzia. Il loro orgoglio sanguigno deve però lasciar spazio a una piccola tragedia famigliare, un fastidioso dramma giuridico. Il giovane figlio di Susan è nei guai con la legge, dopo aver lanciato all’interno di una moschea una testa di maiale. L’ignaro “signore delle mosche” rischia ora il carcere e tocca a Jim, avvocato di successo, tentare il possibile per evitargli un’esperienza che mai aveva previsto come riservata alla sua adolescenza. Serpeggia la paura tra i fratelli Burgess, perché tutto sembra remare contro una veloce archiviazione. In questo momento così macchinoso, le loro vite accelerano. Scatenate da un fuoco sopito e inaspettato, stanno per modificarsi in maniera radicale. In una forma, forse, che è sempre uguale a se stessa…
Il romanzo americano è uno dei pochi filoni dai quali ancora si possa setacciare dell’ottima materia luccicante. La capacità linguistica della Strout, chiara e semplice, ma sempre evocativa di sentimenti e pene, riesce come a pochi purtroppo è concesso di descrivere le vicende famigliari con un scorno intenso e mai scontato. La vita fatta di screzi dei fratelli Burgess è qualcosa di profondamente patetico ed empirico. Le tragedie iniziano nel punto esatto dove terminano dialogo e forza d’animo. La maturità mai conquistata realmente e il risentimento di una fievole vita sessuale. Ciò che non siamo in grado di esprimere, la scrittrice tenta di tramandarlo in un romanzo che è un vero fiume di parole. Giunta alla sua quinta prova, sembra mettere da parte i lettori a lei coetanei (classe 1956) e strizza l’occhio alla generazione successiva, alla quale consegna forse un manuale per imparare a guardare dritto negli occhi non solo i propri genitori, ma anche i propri figli e amanti.

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER