Il colpo di grazia

Il colpo di grazia

Tutti conoscono il coraggio e la perizia del capitano Coulter. Eppure di fronte all’ordine del generale di piazzare un cannone in una gola allo scoperto per mantenere impegnata l’artiglieria confederata il soldato tentenna. Nessuno, tranne il generale, sa che i pezzi dei nemici sono posizionati davanti alla casa padronale di Coulter dove vivono moglie e figlio… La sentinella Carter Druse, un virginiano che contro il volere del padre ha deciso di combattere per l’Unione, ha l’ordine di sorvegliare un’ampia vallata. Di fronte ai suoi occhi tutto scorre normale fin quando compare un uomo a cavallo in uniforme grigia. Carter sa che è suo dovere sparargli e ucciderlo ma non riesce a premere il grilletto. Ha riconosciuto in quell’uomo suo padre… Il capitano Downing Madwell si aggira sul campo di battaglia tra morti e feriti. Tra questi scorge il sergente Caffal Halcrow, l’amico di una vita, con un’impressionante squarcio all’addome. Gli occhi dell’uomo guardano imploranti il capitano perché ponga fine a quella straziante agonia. Madwell non si dà pace, piange: come può uccidere il suo migliore amico che ha voluto arruolarsi nella sua compagnia per non separarsi da lui?

La fama di Ambrose Bierce è legata alle sue short stories gotiche, al punto da essere stato definito un secondo Edgar Allan Poe, ma anche a quelle dedicate alla Guerra Civile americana a cui partecipò nelle file dell’Unione. I racconti brevi e secchi di questa raccolta sul conflitto secessionista, considerati veri capolavori, colpiscono per il crudo realismo, immune sia dalla retorica eroica sia da un vacuo quanto falso manicheismo, e per un sarcasmo tragico e doloroso. La Guerra di Secessione è innalzata a simbolo di una condizione umana brutale e violenta. Si è spietati non solo con i nemici ma anche tra soldati del medesimo esercito o tra i membri della stessa famiglia. Il conflitto bellico diventa nella scrittura di Bierce lotta fratricida, incubo spettrale, immersione nella morte. Immagini come la schiera di mutilati senza arti e mandibole di Chickamauga o dei resti umani e delle carcasse di cavalli de Il colpo di grazia restano impresse nella mente per visionarietà e cupo oggettivismo descrittivo. Bene ha fatto Mattioli 1885, sempre molto attenta al genere western e alla letteratura americana del XIX secolo, a riscoprire quello che viene reputato il più grande scrittore a stelle e strisce di racconti brevi dell’800.



 

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER