Il contrario di uno

Il contrario di uno
Una corsa affannata per fuggire ad una carica della polizia. E il ricordo di altre cariche, di furgoni e sirene. Di botte e di fiato corto. Poi in caserma, uno stanzone pieno di paura. Ce ne sono state altre di manifestazioni e altri di ostinati come lui. Quelli che non scappano via e che si fanno trascinare in questura, disposti a passare la notte al fresco. Una intera generazione di insofferenti, coraggiosi e manifestanti. Poi a trent’anni prendere la malaria e battere i denti all’Equatore. E rischiare di perdere la vita e l’amore. Quell’amore (per a vita) che lo avrebbe salvato. E ancora un ciclostile per dar voce ai pensieri e una gonna blu che mette in crisi le certezze di un rivoluzionario. La montagna che rigenera e che unisce: riuscirà una ferrata a far passare il dolore? Intanto partono i primi passi. In due…
Perché “due non è il doppio ma il contrario di uno, della sua solitudine”. Un’emozionante e delicata raccolta di racconti che sono incontri (dai compagni rivoluzionari alle donne dell’Africa, dagli operai ai compagni di cordate), frammenti di vita che dipingono una generazione spuntata da chissà dove, con grandi sogni e cocenti delusioni. Racconti colmi di passione e di vita. Racconti d’amore tra rappresaglie e montagne, caos e silenzio, relazioni e riflessioni: “Ero uno, anche meno di uno. Però amavo”. Racconti lirici e profondi, da gustare parola per parola, in uno stile unico, coinvolgente, inconfondibile: una scrittura essenziale, pungente e pacata, penetrante e tenera allo stesso tempo. Diciotto storie alla ricerca del significato profondo della vita. Per scoprire, insieme all’autore, che la solitudine non è sufficiente all’uomo, e che, piuttosto, la relazione e l’intimità con l’altro riempiono di senso l’esistenza. L’uno che, finalmente, si trasforma, si trasfigura e si completa nel due.

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER