Il diavolo nella cattedrale

Il diavolo nella cattedrale
Colonia, autunno 1260. Nel cuore della città è in costruzione un enorme Duomo, ma è anche in atto un complotto segreto che può cambiare il corso della Storia. Gerhard Morart, il mastro costruttore della cattedrale, vuole tirarsi fuori dal complotto, e per questo viene assassinato. Testimone involontario del delitto è Jacop la Volpe, un poveraccio dai capelli rossi che vive di espedienti e piccoli furti e che in quel momento stava infatti rubando mele da un albero. Jacop si avvicina al morente, e il mastro costruttore gli sussurra qualcosa all’orecchio prima di spirare. Ora Jacop sa troppo, e l’ombra che ha ucciso Gerhard Morart gli dà la caccia per metterlo a tacere...
L'avvento della borghesia, il declino del potere papale, l'Impero al crepuscolo del Medioevo: non difetta certo in fascino e complessità l'ambientazione che Frank Schätzing, apprendista stregone del mondo dei bestseller dopo una brillante carriera di pubblicitario, ha dato al suo secondo romanzo. Un'avventura innervata da poderose dosi di commedia che controbilanciano la violenza, le miserie e gli orrori di tempi oscuri e pericolosi. Sventato nella soluzione finale dell'intreccio il pericolo della banalità, anche a costo di perdere qualcosa in grandeur.

Leggi l'intervista a Frank Schätzing

 

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER