Il medico, la moglie, l’amante

Il medico, la moglie, l’amante

Il 17 giugno 1860 a Tangarog, cittadina al confine con l’Ucraina, nasce Anton Pavlovic Čechov. Nonostante lo scrittore abbia avuto modo di descrivere la sua città come pigra, noiosa, sporca, polverosa, sonnolenta e squallida, Tangarog è uno dei porti più importanti dell’inizio dell’Ottocento, con un imponente traffico di merci. Da bambino Čechov scruta il porto dalle finestre di un primo piano, intrattenendosi anche con i suoi coetanei che parlano le lingue più disparate. Il suo russo, infatti, è un ibrido curioso in cui il dialetto ucraino si fonde con termini greci, turchi e addirittura tartari. Nipote di un talentuoso servo della gleba e di un onesto e devoto droghiere, Anton nell’agosto 1879 è con la famiglia a Mosca, dove la famiglia vive in condizioni davvero critiche, occupando in un seminterrato umido, praticamente due stanze senz’aria. Decide di iscriversi all’Università all’ università di medicina e nel 1884 si laurea, pubblicando anche la sua prima raccolta di racconti…

Biografo di Stanislaskij oltre che cultore accanito del cinema russo, Fausto Malcovati tratta della vita e delle opere di Čechov neanche fosse un suo congiunto, per la sensibilità con cui ne affronta la grandezza, svolgendone le pieghe più sottili. Un saggio che farebbe invidia ad un romanzo avvincente, se non altro per l’uso sapientissimo di virgolettati misti a penetranti commenti sulle opere del genio russo. Un libro dunque densissimo eppure così immediato, scritto col dono della citazione colta (da Nabokov a Grossman) ma perfettamente incastonata fra le pagine, quasi a completamento di un pezzo di alta oreficeria letteraria, con un editing di prim’ordine che, alla fine, contribuisce a far ricordare la bellezza di quegli sceneggiati RAI di qualche decennio fa incentrati sulle pietre miliari della letteratura mondiale. L’ironia, poi, è estratta naturalmente dalla vita stessa di Čechov, senza artificiosi additivi stilistici, ma con la consapevolezza della straordinarietà della vita di un gigante.



Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER