Il pozzo dei mondi

Il pozzo dei mondi

Klai Ford sembra poco più di una ragazzina: tratti vagamente orientali, accento strano, i modi di chi vive nel terrore. Sawyer, inviato dalla Commissione per il controllo delle attività estrattive, davvero non sa cosa pensare. Fuori dalle comode e calde pareti della camera d'albergo c'è il Polo. L'intero centro minerario è edificato sui ghiacci perenni, è popolato solo da minatori e impiegati delle miniere. Senza l'estrazione dell'uranio Fortuna non esisterebbe nemmeno, una sorta di Venezia sul ghiaccio con tanto di passerelle sospese e palazzi ancorati sul fondo del mare come palafitte. Eppure il racconto di Klai suona duro nelle attente orecchie di Sawyer, sembra quasi privo di senso. La ragazza insiste, dice di avere le prove: il livello otto della sua miniera, sostiene, è infestato da presenze sconosciute...
Viene riproposto da Urania un vero classico, uno degli ultimi romanzi di Henry Kuttner. Uscito nel 1952, pochi anni prima della prematura scomparsa dell'autore, il romanzo conserva ancora oggi una freschezza e un'appeal unici. La trama decolla quasi immediatamente, il tempo di lasciar ambientare il lettore, calarlo nella situazione e fargli conoscere i personaggi principali. Poche pagine e si parte. Pur senza essere un capolavoro irripetibile, il romanzo mantiene un ritmo "in crescendo". Ad ogni capitolo, l'autore sembra alzare l'asticella mettendo nuova carne al fuoco, aggiungendo insomma sempre nuovi elementi per incuriosire il lettore. Era certo la tecnica consolidata per quegli anni, in cui bisognava mantenere il carattere di letteratura popolare quasi ad ogni costo. Giusto il 1952, in effetti, fu un anno particolarmente interessante per la letteratura di fantascienza. Fu, per esempio, l'anno de Le armi di Isher, romanzo capolavoro di A.E. Van Vogt. Questo romanzo, dunque, si inscrive non solo in un periodo molto denso di opere letterarie importanti ma preparatorio all'esplosione della New Wave.
 

 

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER