Il prigioniero

Il prigioniero

Dopo anni di indagini e lavoro finalmente abbiamo ottenuto una dritta su dove trovare Manuel Perrine. Il Re Sole - così si fa chiamare - è uno dei più pericolosi trafficanti di droga del mondo, e il suo narco-impero si estende dal Messico agli Stati Uniti, dove per i criminali è un’autentica leggenda e per i poliziotti come me una vera e propria nemesi. Metterlo a marcire dietro le sbarre per sempre renderebbe il mondo un posto migliore e più sicuro, ma ancora non siamo riusciti a prenderlo e perciò l’occasione che si sta presentando è a dir poco unica. Oggi infatti potrebbe essere il giorno buono, l’unico giorno in cui pare che stia per mostrare uno straccio di umanità: dovrebbe infatti presenziare alla laurea di sua figlia, l’unica cosa pulita in una vita intera con le mani sporche di sangue altrui. Farebbe quasi tenerezza se non si trattasse di un supercriminale. L’azione è stata pianificata nei minimi dettagli e non ci sarà spazio per errori o ripensamenti. Il rischio di fare una carneficina è dietro l’angolo ma se tutto va secondo i piani oggi Manuel Perrine verrà catturato e finalmente potrà calare la notte sull’impero del Re Sole…

Se James Patterson avesse un equivalente musicale si tratterebbe senza meno del rapper statunitense di origine cubana Pitbull, capace di sfornare un album all’anno e soprattutto in grado di duettare con tutte le icone più glamour della musica pop e rap mondiale: come il suo alter-ego musicale, Patterson scrive con estrema prolificità (nell’ultimo anno si contano ben tre libri usciti a suo nome) e si diverte a “duettare” con altri autori scrivendo spesso e volentieri libri a quattro mani. E proprio un lavoro a quattro mani è Il prigioniero, quarto capitolo della saga del detective Michael Bennett, creatura partorita in collaborazione con Michael Ledwidge, degnissima spalla dell’eclettico autore americano. Qui il protagonista (che presenta qualche sfumatura particolare ma generalmente non lontano dallo stereotipo dello sbirro reso duro da una vita incasinata ma dal cuore tenero) dovrà vedersela con Manuel Perrine, mega boss del narcotraffico conosciuto come il Re Sole. La particolarità del romanzo è che Perrine viene catturato quasi subito, ma il suo arresto non farà altro che scatenare un ciclone di delitti e intimidazioni che investirà in pieno il nostro eroe, il quale però, a differenza di altri personaggi, non si lascerà né intimidire né corrompere dalle ingenti risorse finanziarie del boss. E così in stile The Following (fortunata serie TV in tre stagioni), i guai arriveranno proprio mentre l’antagonista si trova in prigione, ma attenzione ai colpi di scena perché in un mondo corrotto il denaro è in grado di comprare tutto e, soprattutto, tutti. Il ritmo narrativo è scorrevole e, pur non raggiungendo rimarchevoli picchi di tensione, non annoia mai e convince sempre il lettore a voltare pagina. Se c’è qualcosa che non bisogna insegnare a Patterson è l’abilità di intrattenere e anche stavolta, con mestiere e (ribadisco) con la preziosa collaborazione di Ledwidge, si giunge all’epilogo soddisfatti e con ottime ragioni per aspettare la traduzione italiana dei prossimi capitoli della saga del detective Bennett.



Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER