Il progetto fantasma

Il progetto fantasma

Buckinghamshire, Regno Unito, primavera 1940. Nell’Abwehr, il servizio d’intelligence militare tedesco, pochi conoscono la sua identità: il suo nome in codice è “Geist”, fantasma, e si trova sul suolo inglese per una missione di vitale importanza, che potrebbe cambiare gli equilibri del conflitto mondiale. È una fredda mezzanotte e Geist è a capo di un commando che sta per irrompere all’interno di Bletchley Park, la Stazione X, una villa blindata che nasconde un’operazione top secret portata avanti dall’ MI6 e la Government Code and Cypher School, il servizio crittografico governativo. Gli Alleati hanno infatti riunito i più grandi matematici e crittografi del mondo, tra cui Alan Turing, al fine di decrittare il codice Enigma delle forze armate tedesche. Il team di studiosi ha anche costruito il primo computer programmabile al mondo, il Colossus. Ma in realtà Geist e la sua squadra non sono lì per quello. In quella tenuta c’è qualcosa di più grande, che nemmeno i suoi superiori conoscono. Una scoperta che può cambiare il destino del mondo e che Geist vuole a tutti i costi... Montana, Stati uniti. Oggi. Tucker Wayne, ex capitano dei Ranger dell’esercito, è in vacanza con il suo inseparabile compagno Kane, un pastore belga Malinois, un cane da guerra, quando viene raggiunto dall’agente dell’intelligence Jane Sabatello, una sua vecchia fiamma, che gli chiede il suo aiuto. Alcuni suoi colleghi sono spariti nel nulla e ora lei teme per la sua vita e per quella di suo figlio, il piccolo Nathan. Jane ha lavorato al Progetto 623, un programma segreto patrocinato dalla DIA ‒ matematica, sistemi informatici e crittografia ‒ fondato sugli studi di Alan Turing, in cui nessuno era al corrente del quadro generale. La mente del progetto è Pruitt Kellermann, un pericoloso multimilionario americano che vuole cambiare gli equilibri geopolitici del mondo per i suoi scopi, e per farlo ha in mano un segreto che risale alla Seconda guerra mondiale. È tempo dunque, per Tucker e Kaine, di tornare in azione…

La promessa è stata mantenuta: dopo Orizzonte di fuoco, tornano Tucker Wayne e Kane, l’inseparabile coppia protagonista della nuova serie di James Rollins e Grant Blackwood, nata come spin-off della saga della Sigma Force. Il progetto fantasma è un action-thriller serrato, dal ritmo forsennato, che affonda le radici in un programma segreto nato nel pieno della Seconda guerra mondiale quando, oltre alle sanguinose ed estenuanti battaglie a colpi di mitra e carri armati, si combatteva cercando di annientare il nemico anche attraverso l’utilizzo di sofisticati sistemi tecnologici. Così, dai geniali studi di Alan Turing, si giunge ai giorni nostri, in cui uno spietato individuo mette in pericolo la sicurezza mondiale per il proprio tornaconto personale. E quando c’è da salvare delle vite, quando l’azione chiama, Tucker e Kane non possono tirarsi indietro e insieme ai loro compagni d’avventura si troveranno coinvolti in una vicenda rischiosissima. Sono molteplici i fulcri narrativi che reggono la struttura del romanzo: i cani da guerra e i loro addestratori, un campo che Rollins conosce bene per aver svolto per trent’anni l’attività di veterinario e per essersi documentato a fondo, scoprendo un mondo affascinante sul quale, attraverso la sua scrittura, apre una preziosa finestra; la figura di Alan Turing, la sua genialità e il suo triste declino; il diffuso utilizzo dei droni nella guerra moderna, che apre una nuova epoca, quella della guerra d’informazione, con i cyber attacchi e le operazioni psicologiche. Come al solito, dunque, Rollins non delude le attese, dando vita, assieme a Blackwood, ad un thriller d’avventura denso, sopra le righe a volte, che stimola il lettore, lo diverte, lo intrattiene, confermandosi una delle voci più autorevoli nel panorama mondiale. In attesa della prossima avventura.



Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER