Il re della guerra

Il re della guerra
Nel gennaio del 41 a.C viene organizzata una congiura contro Caligola: Sabino, fratello di Vespasiano, e Clemente, cognato di Sabino, sono le pedine più importanti della congiura, che avviene con il tacito consenso dei liberti di Claudio, zio di Caligola. Una volta che il ventottenne imperatore, sua moglie e la figlia piccola sono stati assassinati, il Senato si riunisce per eleggere il nuovo sovrano, che nessuno auspica essere Claudio, zoppo e balbuziente. Ma mentre è in corso la fatidica seduta, la guardia pretoriana acclama imperatore proprio Claudio. Ad architettare tutto alla perfezione sono stati i suoi liberti Narciso, Callisto e Pallante con l'aiuto di Erode Agrippa, che minaccia proprio Vespasiano e Sabino di rivelare i nomi dei congiurati, in modo da condannarli a morte...
Quarto libro della serie dedicata a Vespasiano, Il re della guerra non tradisce le attese e si attesta  romanzo storico coi fiocchi. È straordinario come dalla vita di un personaggio apparentemente "secondario" della storia di Roma (di certo Vespasiano non è Augusto o tantomeno Cesare, o perlomeno gode di una pubblicistica molto meno imponente), Roberto Fabbri sia riuscito a trarre non uno, ma una serie di romanzi godibili, serrati, quasi impeccabili letterariamente e densi di spunti. Lo svolgimento narrativo è fluido e riuscito, il finale lascia il lettore con l'acquolina in bocca in attesa del quinto capitolo e di quelli che eventualmente seguiranno. I capitoli sono organizzati alla perfezione: descrizioni minuziose ma vive, prive di pedanteria (sembra a tratti di essere davvero a Roma o in Germania all’epoca dei fatti), stile  limpido e soprattutto battaglie. Tante, continue, sempre diverse, mai stancanti, adrenaliniche e coinvolgenti. Un libro che tiene incollato il lettore, da pagina 1 a pagina 380. Ha avuto molte recensioni positive: non è un caso. Anche Mangialibri si unisce al coro.

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER