Il ripieno del Gabibbo

Il ripieno del Gabibbo
Chi ricorda la prima edizione di “Grande Fratello” che ha avuto come protagonista Pietro Taricone e la “gattamorta” Marina la Rosa? Chi “Barracuda” di Daniele Luttazzi? Le prime puntate di “Mai dire goal” della Gialappa’s? Nel 1998 sulla Rai veniva trasmessa la prima punta della celebre serie tv “Un medico in famiglia”. Potremmo storcere il naso e far finta di non conoscerla: ma invano. Tutti gli italiani sanno perfettamente chi è “nonno Libero” e quali sono le vicende di cui la sua, sempre più numerosa, famiglia è protagonista…
Antonio Bozzo ha diretto per dieci anni (1994-2004) il magazine televisivo “Tv sette” supplemento settimanale del “Corriere della sera”. Per tutti questi anni ha scritto il suo editoriale a fare il punto della situazione del palinsesto televisivo del nostro Paese. Leggere i suoi, spesso sarcastici, editoriali ci strappa una risata, ci porta alla mente personaggi televisivi che abbiamo visto sfrecciare come delle meteore sul piccolo schermo e poi eclissarsi fino a finire nel dimenticatoio. Eppure…quello che più resta impresso al lettore è una considerazione amara. Dal 1994 ad oggi la maggior parte dei programmi tv sono rimasti esattamente gli stessi, i protagonisti restano invariati, inossidati e inossidabili. C’è sempre Antonio Ricci con il suo banalissimo Gabibbo, c’è la Bignardi che non conduce più “Grande Fratello” ma intervista personaggi noti e meno noti nelle sue “Invasioni barbariche”, c’è Licia Colò con i suoi viaggi attorno al mondo, ci sono i soliti noti mattatori del sabato sera con i tradizionalissimi programmi tv di intrattenimento. Tutto appare cristallizzato, fossilizzato. Ci si chiede se la tv sia lo specchio del nostro Paese. Direi che un Paese la cui classe dirigente è la più “radicata” e attaccata alle poltrone si rispecchia appieno in una tv in cui, per citare Giuseppe Tomasi di Lampedusa, “tutto cambia per non cambiare mai”. 

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER