Il ritorno del colonnello Arcieri

Il ritorno del colonnello Arcieri

Maggio 1968. Il colonnello del SID Bruno Arcieri è nato nel 1902, infanzia a Firenze, ginnasio e liceo a Milano, poi l’Accademia (dopo la morte del padre per la Spagnola) e una carriera di carabiniere, maggiore del SIM (dal 1938) sempre con gli alleati (per il buon inglese) nell’avanzata da Roma a Milano, antica bellissima ricca bionda fidanzata ebrea riparata in Israele dopo il matrimonio con un altro. Ha fatto carriera nei servizi, però a fine 1966 deve aver pestato qualche callo di troppo a ricchi e potenti. L’estate scorsa ha subito un attentato, è riparato come un barbone in Francia, da qualche mese si arrangia a cucinare nel bistrot, si fa aiutare dai rossi, convive con la dolce bigliettaia 50enne Marie. Fisico asciutto, capelli ancora nerissimi, presbite, rugoso e roco, acciacchi e ferite varie, jazzofilo, decide di tornare a casa dove pare sia Elena, va a vivere in una comune e affronta amori e misteri (anche di altri) che cerca o in cui incappa…

Bello e colto il noir in terza fissa del 58enne fiorentino Leonardo Gori, ennesimo di una fortunata serie, ripresa con Franco Cardini e alimentata dall’amicizia con Marco Vichi, che consente il solito duetto e dialogo del colonnello col commissario Franco Bordelli. Qui siamo in pieno maggio francese, anche nelle università italiane (infiltrate)! Emergono bene (e male) le trame poco consone alla democrazia dei servizi democristiani connessi alla destra greca (Aneipoti docet). Molti muoiono affinché il colonnello trovi qualche scomoda verità. Il marchio di fabbrica sono i continui riferimenti a vicende e momenti della movimentata biografia, si spazia dal 1910 al 1966 come niente fosse. Bruno ha mangiato sempre male, ma ora prepara cose gradevoli e abbina vini perfetti. Magnifica citazione della “sposa in nero” di Truffaut (1968) – Woolrich (1940). I primi Beatles e l’eterno Jimi Hendrix aggiornano la musicultura.



Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER