Il sangue di Faun

Il sangue di Faun
La città è a pezzi, le macerie sono dappertutto, la polvere ricopre ogni luogo. Jade si guarda le spalle mentre cammina: ora nemmeno quella che era la sua casa risulta essere sicura. Le truppe dei cacciatori insieme e per ordine di Lady Mar, la loro misteriosa sovrana che ha il volto coperto da una maschera di ferro, hanno occupato l’albergo. Sì, d’accordo, loro lo possono fare, ma albergo o meno è pur sempre casa sua! Pugno di ferro e terrore; questi sono i tempi in cui si vive. Quasi 20 anni fa Lady Mar insieme ai suoi dodici crudeli Lord mise a ferro e fuoco la metropoli costiera con un sanguinoso colpo di stato. Jade pensa ancora al vecchio pazzo che ha incontrato tempo addietro e a quello che le ha donato: una parola d’ordine, ed è una parola che concepisce e sottintende un mondo intero... i ribelli! La ragazza ha solo diciannove anni ma ha le idee chiare: deve assolutamente trovarli. Poi già che c'è vorrebbe anche baciare quello straniero così distante e così affascinante, che chiaramente e al contrario della fanciulla in questione non la sopporta e a baciarla non ci pensa proprio. Il ragazzo è una guardia del Nord fedele a Lady Mar, e il suo nome è Faun. Jade scavalca il cornicione e si ritrova in una delle camere abbandonate dell’albergo, con in mano un diario e una foto. E se il vecchio pazzo non fosse poi così matto? Se esistesse veramente un unico sopravvissuto erede naturale al trono e quindi non fosse stata completamente sterminata la famiglia reale? Questo potrebbe porre fine a un regno sterile e crudelmente autoritario? Cosa contengono le casse che il misterioso Faun ha condotto con se nell’albergo di Jade?

Nina Blazon è una scrittrice tedesca di origini slovene che vive a Stoccarda con il marito e ha pubblicato in Italia oltre a Il sangue di Faun anche La pietra incantata. Questo fantasy-romance ha avuto un gran riscontro di pubblico e critica in Germania, tanto da diventare un caso letterario. Un fantasy atipico e per questo francamente interessante, in quanto non ambientato in mondi e società epiche e medievaleggianti ma in un futuro tecnologico e decadente. Un libro quindi per gli amanti del fantasy, ma anche e soprattutto per i non habituè del genere che gradiscano una storia ben costruita e/o non disdegnino, tra un omicidio e una creatura orripilante, una sana storia di amore e sesso. Lo stile è fresco, la lettura è veloce e coinvolgente, sullo sfondo compaiono valori come l'autodeterminazione, la responsabilità civile e la libertà. Una trama ben costruita e un mondo sommerso che gira intorno a queste creature mitiche che vivono in cattività, tanto per non farci mancare anche qui un simbolico connubio di passione e istinto. Un mondo credibile popolato da personaggi altrettanto credibili: e questo vale da solo il prezzo del libro.

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER