Il seggio vacante

Il seggio vacante
Traduzione di: 
Genere: 
Editore: 
Articolo di: 

È difficile per il pingue Howard, primo cittadino di Pagford, non vedere un disegno superiore e un improvviso roseo capovolgimento di sorte in ciò che il 'seggio vacante' di Barry Fairbrother, membro del Consiglio locale di Pagford, prospetta. Il campo di battaglia riguarda i Fields e ora è tempo di raggiungere un’intesa. Non prima, però, di aver tratto un respiro di sollievo: «Pagford era bella come sempre, quella mattina, e Howard provò un istante di esultanza sublime, sua ma anche della città di cui era – così si percepiva lui – il cuore pulsante. Se ne stette lì a godersi lo spettacolo: le panchine di un nero lucente, i fiori rossi e viola, i raggi del sole che indoravano la cima della croce di pietra – e Barry Fairbrother non c’era più»…

 

È questa la storia di Pagford e delle passioni dei suoi cittadini, nella quale – come nella più celebre saga potteriana – ritroviamo di J. K. Rowling il gioco dei molteplici livelli di lettura, la vena delle continue sfaccettature, la limpida esplorazione dei protagonisti. La radiografia di Pagford e dei vicini degradati Field è spietata. I retroscena del Consiglio locale e le vicissitudini legate alle brutture della pubblica ipocrisia hanno un odore ripugnante. L’azione ha per sfondo la vita della benpensante cittadina inglese piena di angosce e disperazioni, e culmina con lo sguardo lacerante dell’autrice ai giochi di ruolo e di potere propri delle situazioni umane. La narrazione fa balenare i vertiginosi abissi della adolescenza dei ragazzi che compaiono in questa storia, della infelice maturità dei loro genitori e tout court della piccola comunità, illuminando ogni cosa in un’unità tragica la cui analisi ci coinvolge e travolge. Le passioni dei suoi personaggi sono scatenate e la brava scrittrice, però, è abile nel celarle agli occhi dell’intera comunità. I tormentati protagonisti hanno tutto il fascino di personalità interessanti. Donne e uomini, concreti, reali eppure racchiusi in un unico romanzo. È valsa la pena di aspettarlo: secondo la bella definizione del magazine “Time”, Il seggio vacante, “corposo, ambizioso, geniale, spregiudicato, divertente, spiazzante e sontuoso, è il romanzo dell’Inghilterra di oggi, arricchito di sapienza letteraria… L’opera commovente di un’autrice che comprende fino in fondo sia gli esseri umani che i romanzi”. Una nota finale sulla colonna sonora del libro, per cosi dire, ovvero la citazione particolarmente appropriata di Rihanna, Umbrella, più volte apparsa nel corso della narrazione, e a cui la stessa Rowling ha rivelato di aver attribuito un importante ruolo nella creazione del suo riuscitissimo romanzo. Dopo averlo letto, ascoltatela!

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER