Il sindaco gratis

Il sindaco gratis
Gagliole, un Comune di circa 700 abitanti situato nell’entroterra maceratese. Sulla poltrona di primo cittadino siede un sindaco quarantenne di nome Mauro Riccioni che è stato eletto il 27 maggio 2013 alla testa di una lista civica. Da allora Gagliole ha un sindaco che ha rinunciato al proprio emolumento mensile e impiegato il relativo importo per assicurare una mensa scolastica gratuita agli alunni delle proprie scuole materne ed elementari. Gagliole ha un sindaco che si rifiuta di utilizzare il telefonino previsto in dotazione e di chiedere il rimborso delle spese di carburante che consuma, di volta in volta, per raggiungere le sedi di Regione Marche, Provincia di Macerata e Comunità Montana di San Severino Marche in occasione di appuntamenti istituzionali. Gagliole ha un sindaco che si paga di tasca propria il premio assicurativo relativo alla polizza che i contribuenti pagano a tutti coloro che svolgono attività politica, per coprirli da ogni rischio che essa comporta. Certo non è possibile replicare questo esempio in Comuni molto più grandi e non tutti possono amministrare un comune e nel contempo svolgere l’attività forense. Riccioni lo sa e lo dice, ma indica anche ulteriori vie da percorrere…

Di fronte ai ricorrenti episodi di corruzione e di malcostume della classe politica che rimbalzano sulle cronache degli organi d’informazione, nell’immaginario collettivo la figura dell’amministratore pubblico è sempre più percepita come un ponte verso una carriera di privilegi e di rendite parassitarie. Una porta che si apre su altre porte e, perché no, talvolta anche di scorciatoie segrete che intrigano più di quanto egli stesso si sarebbe potuto attendere. Eppure in giro per l’Italia si registrano ancora alcune piccole realtà virtuose fatte di persone che amministrano le istituzioni con rigorosa onestà e sincera abnegazione, favorendo una ricomposizione della profonda frattura apertasi con la società civile. È bello leggere, a tal proposito, questo piccolo e agile volumetto nel quale Mauro Riccioni racconta in prima persona la propria scelta controcorrente. Il “sindaco gratis” si addentra delicatamente fino nei termini più scottanti della questione, evitando tuttavia con cura di produrre banalizzanti cliché sociali e luoghi comuni, per affrontare invece con pacata franchezza e competenza gli snodi fondamentali. Le sue argomentazioni si leggono con gusto per la chiarezza con cui vengono esposte, mentre la sua testimonianza si apprezza ancor più per il taglio pragmatico e realistico con cui viene presentata.

 

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER