Jack

Jack
Autore: 
Traduzione di: 
Genere: 
Editore: 
Articolo di: 
A sedici anni quasi compiuti la vita sembra già molto difficile: se non sei popolare non verrai mai invitato ad una festa e forse nessuna ragazza ti degnerà mai di uno sguardo. Jack, poi, ha alle spalle le litigate e il conseguente divorzio dei suoi genitori - di cui a volte si sente responsabile - va in giro con un amico, Max, che farebbe di tutto per risultare il più possibile volgare e inappropriato e deve ancora imparare a portare la macchina. Un pomeriggio suo padre lo invita a fare una gita in un lago e proprio lì, dove Jack non può allontanarsi o fuggire via, gli confessa di essere gay e che Bob non è soltanto il suo coinquilino. Il ragazzo è spiazzato, confuso e si ritroverà a fare i conti con una nuova condizione familiare, per la quale non era francamente pronto. Da quel momento in poi nella sua vita si susseguono momenti imbarazzanti, incontri inaspettati e situazioni al limite del surreale (almeno agli occhi di un adolescente medio), che in alcuni momenti gli faranno desiderare di scappare via e nascondersi per sempre nel bosco…
Divertente, leggero, pieno di momenti di grande comicità, Jack si legge con estrema facilità e piacevolezza. Per chi ha letto altre opere della Homes, non sorprende che questo sia il suo primo libro (la scrittrice aveva infatti solo diciannove anni quando è stato pubblicato), poiché manca della tipica amara sagacia che la contraddistingue (vedi ad esempio, Questo libro ti salverà la vita). Ma l’allora giovane età dell’autrice permette al romanzo di avere una freschezza nel linguaggio e, soprattutto, di trasmettere una vicinanza effettiva/affettiva al protagonista della storia, scevra da qualsivoglia giudizio morale. Jack si sfoga con il lettore, gli racconta i suoi dubbi e si lascia andare a battute di sarcasmo senza troppi peli sulla lingua. Accettare l’omosessualità di un padre non è ovviamente semplice, ma quando si insinua il dubbio che davanti a sé si ha la stessa identica persona di prima, tutto appare molto più possibile. È doveroso inoltre ricordare che siamo agli inizi degli anni ’90 e anche negli Stati Uniti molto doveva ancora essere fatto riguardo ai diritti (elemento da tenere presente quando si inizia a leggere questo romanzo) degli omosessuali.

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER