Josef Mengele

Josef Mengele
È il 7 febbraio 1979 quando, sul litorale di Bertioga, vicino San Paolo, viene recuperato il corpo di un uomo. Sei anni dopo, le agenzie stampa confermeranno che quel corpo apparteneva al medico nazista Josef Mengele, il tristemente celebre “angelo della morte”, ricercato numero uno dai servizi segreti di mezzo mondo. Josef Mengele, detto Bepo, ebbe la più classica delle infanzie degli ufficiali nazisti: crebbe in una buona famiglia (proprietaria di una fabbrica che dava da mangiare a tutta la cittadina), suonava Wagner, giocava a calcio e collezionava lauree (prima in Filosofia e poi in Medicina). E - caratteristica sinistramente comune a tutti gli ufficiali nazisti - chiunque lo conosceva lo ricorda come un brav’uomo, timorato di Dio e simpatico con le donne. Tuttavia tali qualità non impedirono al dottor Mengele di applicarsi a discutibili ricerche mediche sull’eugenetica, che in genere prevedevano sperimentazioni umane con poca attenzione all’anestesia…
Su quello che Mengele e i suoi colleghi fecero ad Aushwitz sono stati scritti molti validi libri. Josef Mengele non è uno di questi (anche se viene brevemente trattata la sua carriera di medico): qui l’attenzione è rivolta alla vita del dottor Mengele dopo la guerra, alla sua avventurosa fuga in Sud America e al mistero della sua morte. Che Josef Mengele sia morto è ormai un fatto certo (nacque nel 1911), ma è davvero suo il corpo dell’uomo ripescato a Bertioga? E come fece a farla franca per anni, costantemente braccato dal Mossad? Josef salta da un Paese all’altro, riesce persino a sposarsi e a lavorare in ospedale (e ci sta pure una puntata alle Bahamas per le vacanze), mentre l’azienda di famiglia prospera sia in Germania che in Sud America. Gli ingredienti per un giallo ci sono tutti: depistaggi, interessi finanziari e colonie di ex nazisti. Josef Mengele ovviamente non è un giallo, non è narrativa: è un’indagine accurata e documentata, che aiuta a comprendere la natura di un uomo crudele e contraddittorio, perfetto esempio della morale del suo tempo.

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER