L’amore se ne fotte

L’amore se ne fotte

Devid, Jack, il Konfu e Jegher sono quattro ragazzi cresciuti nella periferia di Milano. Mettendo da parte dei soldi sono riusciti ad aprire una discoteca, che in quel momento – siamo a novembre – va molto di moda. Devid e Jack sono migliori amici, sono cresciuti insieme, il Konfu è il loro “maestro di vita”, colui che ha insegnato loro a fare tutto quello che sanno fare: rubare, spacciare, drogarsi, cose così. Jegher ha messo incinta la sorella di un capo dei latinos di Milano e non se la passa molto bene. Però è venerdì, ed il venerdì significa che la discoteca è aperta, si lavora. Tuttavia, quando Devid arriva, non c’è nessuno: Jegher è a Roma, mentre Jack ed il Konfu sono ad un appuntamento per la droga, così a Devid tocca preparare tutto da solo ed il weekend parte così. Quella sera c’è il compleanno di Linda, un’impiegata in banca follemente innamorata del Konfu, che però a sua volta è innamorato di un’altra impiegata, Anna, che il Konfu proprio non se lo fila, avendo lei una cotta per il direttore, Marcello, incastrato in un matrimonio infelice. La serata scorre via tranquilla, Linda propone un brindisi coinvolgendo anche Devid ed i suoi soci-amici: il Konfu, fatto ed ubriaco, dunque violento, decide che è il caso di provarci con Anna. Non appena arriva al tavolo però, vede un collega di lei che la sta baciando sul collo, e si precipita per fracassarlo di botte. A salvare la situazione arriva Jack, che riesce a separarli, attirando così le attenzioni di Anna...

Già autore di due romanzi, Discorsi di un idolo (2010) e La strada maestra (2015), Devid Sassi è una figura molto attiva nel panorama social italiano, si sarebbe tentati di definirlo un “narratore social”, ovvero una persona che esprime pensieri, tratta le più svariate tematiche sulle piattaforme digitali, a metà tra cronaca e fiction. Cosa che Devid fa anche con un certo successo, visto che ha oltre 300.000 seguaci su Facebook. Il suo terzo libro L’amore se ne fotte ‒ il primo per una major editoriale ‒ è una storia in cui i protagonisti sono risucchiati dalla loro vita, sotto tutti gli aspetti, dal lavoro all’amicizia, dagli svaghi all’amore. Quelle di Devid, Jack e Konfu, voci principali in questo romanzo scritto come di getto, quasi con rabbia e passione, sono tre personalità forti. Anche la loro amicizia è forte, ma lo è abbastanza per resistere alla tremenda forza centrifuga dell’amore? Ancora l’amore, sempre l’amore, inevitabilmente l’amore. Probabilmente, insieme al viaggio, il topos più ricorrente della storia della letteratura, amore di cui si è scritto e riscritto e di cui, inesorabilmente, si continuerà a scrivere. Il nostro autore ne ha preso una piccola sfaccettatura e l’ha sputata di forza sul suo romanzo. Ne è venuta fuori una storia forte, travolgente. Forse anche troppo.



0
 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER