L’arte del personaggio

L’arte del personaggio
Autore: 
Traduzione di: 
Editore: 
Articolo di: 

Alla base di una buona scrittura vi è la capacità di creare personaggi credibili, qualità che si apprende attraverso l’osservazione costante dell’essere umano, l’attitudine a riconoscere le sue contraddizioni, le sue sfumature. La caratterizzazione dei personaggi è fondamentale per la costruzione di una storia che funziona. Attraverso l’identificazione il lettore riesce a entrare nel vivo del racconto, a emozionarsi, a vivere le stesse insicurezze del personaggio. A partecipare agli eventi narrati come se potessero accadere anche a lui. Paura, insicurezza, desiderio, importanza, dignità, fondamenti dell’indole umana. Plasmare il protagonista, averne chiare le connotazioni caratteriali, studiarne l’evoluzione, ascese e cadute, sono elementi che hanno già in potenza una storia da sviluppare. Si parte scegliendo un personaggio, magari un individuo che ci ha colpito, un incontro che suscita curiosità, una notizia letta sul giornale: un banchiere, un artista, un fannullone, un aviatore, un protettore, e si crea la sua storia. Da cosa partire per realizzare un esperimento letterario? L’autore può identificarsi col personaggio o con il suo alter ego e in questo caso può proporgli delle domande per conoscerlo, così da sondarne l’animo e capirlo. Vengono messe in luce le sue peculiarità e si inventa il resto, a cominciare dal suo passato, la famiglia, le esperienze che l’hanno reso tale…

“Senza contrasto non può esistere né sceneggiatura, né dramma”. Lajos Egri, nato nel 1888 in Ungheria e deceduto nel 1967, è stato uno dei più esperti drammaturghi del mondo e ancora oggi le sue parole insegnano ad aspiranti autori come gestire un testo e costruire personaggi credibili e completi. Ogni storia parte da una premessa, che è poi il messaggio che l’autore vuole comunicare, la sua personale visione del mondo. Cosa spinge un personaggio ad agire? Quali sono le sue motivazioni? Non è possibile dedicarsi all’arte della scrittura senza basi solide, senza consapevolezza. Come ogni arte occorre metodica, comprensione, esercizio e impegno. Uno studio costante sull’uomo e la realtà. L’arte del personaggio di Lajos Egri insieme all’opera di Dara Marks: L’arco di trasformazione del personaggio, rappresentano letture fondamentali per chi desidera intraprendere il mestiere di scrittore o per chi vuole entrare nel vivo di un testo e scioglierne i meccanismi, le debolezze o le virtù. “Se è possibile, come è stato dimostrato, analizzare e alla fine scomporre l’atomo, vi assicuro che è anche possibile pianificare l’andamento di un buon testo letterario o teatrale prima che venga scritto”.



0
 

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER