L’eco delle città vuote

L’eco delle città vuote
Nel cuore del Canada confluiscono verità dolorose nate in un Paese diverso, lontano: la Cambogia del periodo più nero, violentata dall’illogica ferocia dei khmer rossi e macchiata dal sangue degli innocenti. Janie, nata Mei, ha lasciato la sua terra ancora bambina: rimasta orfana per volontà altrui, si è imbarcata in un viaggio verso una nuova vita da condividere con estranei, senza neppure poter stringere la mano del fratello più piccolo, Sopham, annegato nella traversata. Ora, adulta, un marito, Navin, e un figlio, Kiri, un lavoro prestigioso come ricercatrice universitaria, viene rapita da una nostalgia strisciante, paralizzante, che le fa perdere la bussola tanto faticosamente conquistata: Janie crolla, disfacendosi in mille pezzi, comprendendo “quanto potesse essere profonda, quanto potesse essere vasta la solitudine”. Ad aiutarla a ricomporre le mille parti di sé il collega e amico Hiroji, che chiede il suo aiuto per ritrovare il fratello James, scomparso in Indocina durante la guerra…
L’eco delle città vuote vibra carico di preghiere: è il suono delle brusche interruzioni, dei luoghi dove la Storia ha lasciato dolenti strascichi. Madeleine Thien, canadese, con la prima raccolta di racconti ha ricevuto gli elogi di Alice Munro: nel 2006 il suo Certezze è stato tradotto in sedici lingue. In L’eco delle città vuote racconta una toccante vicenda in cui un reale, brutale evento (il genocidio cambogiano avvenuto tra il 1975 e il 1979) si intreccia alle personali esperienze di chi in quella follia venne imprigionato, la fuga come unica possibilità. Un romanzo affascinante, che con una scrittura profondamente misurata, elegante, indaga il significato della parola “identità”, riflettendo sul peso della memoria: L’eco delle città vuote disegna una mappa emotiva che Janie e Hiroji dovranno percorrere per chiudere il più drammatico capitolo della propria esistenza. Affinché comprendano che i ricordi ci indicano da dove veniamo, ma non devono intralciare la strada per il futuro in cui abiteremo.

 

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER