L’eredità

L’eredità

XIX secolo. La dimora di Lord Hamilton, nell’Inghilterra dei castelli e dei fasti, delle antiche torri e dei giardini fioriti, robustamente radicata nei ranghi e nelle ricchezze, accoglie un Lord pieno di virtù. Arthur Hamilton, con la dolce sorella Amy, la madre vedova e l’altezzosa Lady Ida Clare sua cugina, cominciano a interessarsi ad Arthur, non riuscendo del tutto però a vincerne la nostalgia. Ma per la migliore svolta degli eventi che lo portano a conoscere anche Edith, la cara e buona istitutrice e compagna di giochi di Lady Amy, Lord Percy scopre qualcosa d'interessante. Proprio guardando il “viso pulito e candido della ragazza italiana”, per il “fascino che ogni giorno lo attraeva sempre più, poiché in quel volto poteva leggere la storia di un’anima gentile e mite”, il gentiluomo, anch'egli italiano, ha l'impressione di poter tornare ad amare...

Poco dopo aver scorto Edith Adelon, così devota alla famiglia degli Hamilton eppure così assorta e solitaria, consapevolmente, riusciamo a cogliere già qualche particolarità dei temi cari a Louisa May Alcott. Ne è un bell'esempio la libertà dai beni materiali e il distacco, proprio di questa storia, da un'eredità. Per l’intuizione del coraggio e della forza della protagonista del manoscritto giovanile viene in soccorso poi lo stesso capolavoro del 1868; tanto che a un tratto, nella buona e amabile Edith riconosciamo la gentilezza, il cuore puro, la lealtà delle grandi Piccole donne. Con questi pensieri, nel leggere il primo romanzo dell'autrice statunitense inedito fino al 1997, tradotto per la prima volta in Italia dalla casa editrice perugina, sarebbe fuor di proposito ragionare sull'acerbità dello stile. La bellezza della storia narrata non va cercata altrove che nella storia stessa della fanciulla italiana: là dove si volge l’attenzione con Lord Percy al vero valore delle cose di questo mondo; persino dove si fronteggiano l’orgoglio e il preconcetto; proprio quando si ammirano le ben più nobili eredità del cuore.



 

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER