La cura

La cura
Sono tanti i mali che affliggono la società italiana e che la rendono corrotta, marcia, creatrice di dinamiche interne poco trasparenti e difficili da smantellare. Michele Ainis ne individua dieci, dieci scogli tutti connessi tra loro (perché il male è come un cancro che si diffonde in tutti i settori), che impediscono l'avanzare di un Paese fondato sull'uguaglianza, la libertà ed il merito. Primo tra tutti lo strapotere delle lobby, che soffoca sistematicamente il singolo individuo, quello fuori dal coro, quello che ha denunciato le “magagne” di un sistema dal quale rischia di essere inglobato. Entriamo poi all'interno dei sistemi dei partiti e dei sindacati, dominati da oligarchie inamovibili ed immuni a qualsiasi tipo di regola giuridica che ne assicuri la trasparenza e la democrazia interna. La denuncia di Ainis non risparmia certamente le università, sedi non solo della formazione ma anche, tristemente, dell'illegalità perpetuata impunemente. E ancora: troppo poca trasparenza nei concorsi pubblici, pregiudizi che ancora oggi affliggono le donne e gli stranieri, ignoranza e formazione inesistente ai piani alti del governo, favoritismi, conflitti d'interesse, nepotismo in ambito pubblico e politico. Tutte parole che fanno venire l'orticaria, ma un balsamo risanatore, una cura è possibile...
All'insegna della celebre frase di Voltaire: “Volete buone leggi? Bruciate quelle che avete e fatene di nuove”, vengono proposti da Michele Ainis, professore di Istituzioni di Diritto Pubblico all'Università Roma 3, dieci rimedi per contrastare un cancro in espansione. L'appello che viene rivolto al lettore è chiaro: bisogna passare dalle parole ai fatti, senza sperare che la riforma venga dall'alto. Un grande ostacolo è l'ignoranza che unita a una buona dose di disillusione, rende il cittadino un apatico rassegnato: “Tanto le cose non cambieranno mai...”. Ed è proprio contro questo atteggiamento purtroppo molto diffuso che servono libri come La cura. Una lettura impegnativa, che ci informa e ci indigna allo stesso tempo, lasciandoci uno spunto, un'idea per l'azione, una speranza. É utile questa immersione nelle nostre leggi, questo affresco realistico su un'Italia da rifare, per renderci conto di quanto ci sia bisogno ora più che mai di un cambiamento. Grazie all'approccio tipico del costituzionalista ci viene offerta un'analisi coscienziosa e scorrevole delle principali malattie del nostro sistema accompagnate da proposte innovative e soprattutto concrete. Un libro prezioso, che possiamo anche definire come un punto di partenza.

 

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER