La famiglia Tortilla

La famiglia Tortilla
Ah, la vita del turista a Barcellona! Scarpinare su e giù per la città con una cartina tra le mani, vedere tutto quello che c’è da vedere - molto spesso in pochi giorni - per poi capitare in quei ristoranti creati apposta per i turisti, con piatti surgelati e altri obbrobri. Marco Malvaldi è ormai un habitué della capitale catalana. Questa volta ci ritorna con la famiglia e con un obiettivo: “Sono qui per stilare quella che potremmo chiamare una guida gastronomica, e, quindi, prima di tutto per mangiare”...
Sono molte le informazioni su una città che si possono trovare su una guida turistica. Ma il cibo, beh quello è un altro paio di maniche. Certo, a volte è anche bello affidarsi al caso e scoprire ristorantini nascosti in qualche viuzza, purtroppo però molto spesso ci fiondiamo nel primo ristorante sulle Ramblas e ci priviamo così del privilegio di conoscere una città - in questo caso Barcellona - anche con un altro senso, il gusto. Ecco perché le dritte che vengono da qualcuno che conosce  molto bene la città sono sempre preziose. Questa è la Barcellona di Malvaldi, servita su un piatto d’argento: non solo indirizzi di ristoranti e bar, ma anche dissertazioni sulla cucina molecolare, l’origine di piatti come la crema catalana e curiosità varie. Conosciamo così un altro aspetto della capitale catalana che sembra “sia pronta ad accogliere senza pregiudizi qualsiasi novità, che nulla sia troppo azzardato, che i barcellonesi siano pronti ad ingoiare qualsiasi cosa, purché sia buona”. Un libretto molto semplice, che però può essere utilmente affiancato alla nostra guida turistica per scoprire sapori che altrimenti ci potrebbero scappare. 

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER