La figlia del guardiano

La figlia del guardiano
Traduzione di: 
Genere: 
Editore: 
Articolo di: 

Pennsylvania, 1959, estate. Cammie ha dodici anni, ma ad agosto ne compirà tredici. Gioca a baseball come un ragazzo, percorre chilometri in bicicletta e si veste come capita, nonostante la sua amica Reggie voglia fare di lei una signorina. Cammie “Tornado” O′Reilly è la figlia del guardiano della prigione di Hancock, dove a colazione si serve sempre pasticcio di maiale, perché i prigionieri sono lì per riabilitarsi, non solo per scontare la pena. Questa convinzione ha portato suo padre a costruire all′interno del carcere anche una Stanza della Quiete, con una fontana al centro, nonché ad assumere Eloda Pupko, detenuta di fiducia, come cameriera tuttofare. C'è bisogno di una donna, in casa, soprattutto adesso che sua figlia è cresciuta e sembra essere sempre di pessimo umore. Ogni mattina Eloda la pettina e le fa una piccola treccia. Ogni mattina Cammie cerca di far durare quel momento il più a lungo possibile. Finché un giorno, in apparenza uguale a tutti gli altri, un episodio segna il punto di non ritorno. Cammie ha finito di pranzare e lascia piatto e bicchiere sul tavolo, pronta a uscire di corsa in sella alla sua bicicletta. È quasi fuori dalla cucina quando sente tre parole: “Mettili nel lavello”. Quella richiesta suona completamente nuova, non ha precedenti, il suo compito è sempre stato finire ciò che aveva nel piatto e andarsene. Cammie le annusa, le riconosce: quelle sono parole di mamma…

Quando l′incipit di una storia riesce nella complicata sfida di tirare dentro il lettore, è difficile che seguano delusioni. “Oggi è una voliera. Ma un tempo era una prigione. La prigione della contea di Hancock”. Con parole nette, precise, Jerry Spinelli, già vincitore della Newbery Medal per Stargirl, ci porta dritti in uno spazio e in un tempo che iniziamo ad abitare dalle prime pagine. Le radio portatili trasmettono le canzoni di Elvis, e Bandstand incolla allo schermo della televisione centinaia di ragazzine. Se Reggie è riuscita a ballare con Tommy D, di certo Cammie può fare di Eloda Pupko una mamma, si tratta solo di lavorarla bene al fianco. Perché è proprio stufa di essere orfana di madre, ne vuole una a tutti i costi. La prigione è il regno delle seconde possibilità, perciò perché proprio lei, la figlia del guardiano, non dovrebbe averne un′altra? Spinelli ci consegna una storia di grande potenza, esplorando il territorio degli affetti, ma anche quello complicato della libertà, quello che sta di là dal muro della prigione, sia essa un edificio di mattoni o una gabbia di emozioni difficili da affrontare. Tra improvvisi cambi d′umore, risate sguaiate e silenzi ostinati, Cammie “Tornado” O′Reilly è un′adolescente di carta che convince e affascina.



 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER