La gentile clientela

La gentile clientela
Manca una manciata di minuti alle ore ventidue. La voce proveniente da un altoparlante informa in lingua olandese, tedesca e inglese che l’orario di chiusura del Museo di Anne Frank di Amsterdam è prossimo alla chiusura. La “gentile clientela” viene sollecitata più volte a raggiungere l’uscita. Una signora protesta in maniera insistente, sostenendo di aver dovuto impiegare troppo tempo a fare la fila per accedere all’edificio. Implora il guardiano di concederle una proroga per poter completare la visita, ma l’uomo si rivela irremovibile e non acconsente alle sue richieste. Quando le porte si chiudono alle spalle dell’ultimo visitatore, nelle sale di quella che fu l’abitazione clandestina della giovane eroina braccata dai nazisti restano, tuttavia, tre persone. Una bambina a nome Isabel e il suo papà che si sono attardati lungo il percorso perdendo l’orientamento e un ragazzo nascostosi nel bagno ad ascoltare musica dall’iPod in segno di rivolta verso i propri famigliari. Stretti nella morsa dell’angoscia e del timore i tre si accingono a trascorrere una notte da reclusi, tra i rumori di oscure presenze e la voce degli spettri del passato…
Concepito di rientro da un soggiorno ad Amsterdam - dove l’autore è stato ospite della Nederlands Letterfonds Dutch Foundation for Literature senza trovare il tempo di visitare il celebre Museo di Anne Frank - questo nuovo e fulminante libro di Andrea Bajani consta di una prima parte dedicata alla stesura originale del testo e di una seconda contenente l’adattamento radiofonico operato da Sergio Ferrentino, insieme con le tecniche necessarie per la registrazione di un radiodramma. Lo scrittore sceglie qui la via dell’immaginazione, per riproporci suggestioni di una drammatica pagina storica che, pur non espresse apertamente, ognuno di noi ha finito per interiorizzate nel corso degli anni. Prigionieri di uno spazio temporale abitato da incubi e ossessioni , i personaggi di questa storia-sogno stanno lì a suggerire al lettore quanto non si possa evitare di sentirsi parte di una sofferenza che ci riguarda ancora da vicino. La gentile clientela è un libro originale e atipico, a suo modo surreale, da leggere tutto d’un fiato, da ascoltare, da regalare e da lasciare sedimentare dentro di sé.

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER