La guida di Giuda

La guida di Giuda
“Se ti credi all’altezza, comincia pure questo libretto. Altrimenti ti sconsiglio di proseguire...Una volta varcata la porta d’ingresso, dovrai seguire le regole del satiro che ti sei scelto per Virgilio”. È una discesa agli inferi quella che stiamo per fare accompagnati da Alessandro Gianetti. I gironi hanno i nomi di bar e locande, come El Caribe, Café Mary,  Taberna la Mina, Bar el Valle, El Corzo,  solo per citare alcuni dei tanti che appaiono in questa piccola “guida traditrice”. E l’Inferno con la I maiuscola in questo caso è Madrid, la capitale spagnola, “Madrid, perversa Iside di pietra e cemento nell’ombelico di Spagna, sfinisce il visitatore con le sue messi, e nessuno può tentare di eguagliarne la dote senza perdere il confronto.”  Troviamo luoghi mitici come il “Palatino”nella calle del Pez per arrivare a Malasaña “il quartiere con più locali per metro quadrato d’Europa” ma anche posti adatti a cospirare contro ogni autorità, in assoluta segretezza, come “La Taberna de los Conspiradores”. In questa guida c’è posto per i bar in cui i camerieri sono scontrosi e truci, per il bar più scomodo di tutta la capitale, o per il luogo in cui lenire “il dolore per aver lasciato l’onirico silenzio delle lenzuola per l’insensata e versicolore cronaca del mondo” (il “Cafè HD o la corruzione di un risveglio”)...
Solo in Antón Martín ci sono più bar che in tutta la Norvegia: lo dice anche Joaquín Sabina in una famosissima canzone e lo sanno i turisti che hanno passeggiato almeno una volta per le vie della capitale spagnola. Bellissima, effervescente città, resa ancora più incredibile per i suoi bar, bettole, locande che finalmente in questo libretto trovano una loro degna celebrazione. Alessandro Gianetti, residente da anni a Madrid, ci trasmette il suo amore per la città e soprattutto per i bar che ne sono ormai parte integrante, un aspetto per niente trascurabile della sua identità:  sacrilegio passare per Madrid e perdersi questi luoghi! Ecco quindi una guida che contempla bar per tutti i gusti: dalla colazione, al pranzo, all’aperitivo con tapas, al dopo cena, fino alle ore piccole piccole, regno incontrastato dei nottambuli o degli insonni . Una guida scritta con maestria, con un linguaggio degno di un poeta d’altri tempi ed illustrata da Valerio Giovannini con tratti decisi e evocatori. Un libro davvero originale che ha il pregio di essere scritto bene tanto da poter essere proprio “letto” e non solo usato per districarsi nel labirinto dei bar della città. Un’unica avvertenza: appena lo leggerete non potrete fare a meno di cercare compulsivamente voli low cost per calpestare con i vostri piedi ogni singolo bar della famigerata capitale spagnola!

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER