La legge del deserto

La legge del deserto
Nell’entroterra dell’emirato di Abu Zara c’è una concessione petrolifera  un tempo di proprietà della Shell ed ora appartenete alla Bannock Oil, la società petrolifera della ex tennista Hazel Bannock, donna bellissima che ha ereditato un impero finanziario dopo la morte del marito Henry e che conduce gli affari in modo eccelso. Ad occuparsi della sicurezza degli impianti, oggetto di frequenti attacchi terroristici, è la Cross Bow Security Limited, agenzia di mercenari capeggiata da Hector Cross, ex maggiore delle SAS, uomo d’azione e dai metodi estremi nel fronteggiare i nemici. Hazel ha una figlia, la diciannovenne Cayla, una ragazza viziata che si trova a bordo dello yacht di famiglia in rotta verso l’isola di Mahé nelle Seychelles: l’Amorous Dolphin. Cayla non sa che l’uomo con il quale sta avendo una relazione di sesso e che lei stessa ha fatto salire a bordo offrendogli un lavoro come steward – Rogier Marcel Moreau – in realtà si chiama Adam Abdul Tippu Tip e si trova lì per rapirla. Adam è il nipote dello sceicco Tippu Tip, capo dei pirati del Puntland somalo i quali, proprio grazie ad Adam, riescono ad incrociare il lussuoso yacht e rapire Cayla. Quando arriva la richiesta di riscatto Hazel Bannock inizia a smuovere tutti i canali ufficiali ma non ottiene risultati. Nonostante i rapporti con Hector Cross non siano i migliori, Hazel sa che solo lui può tentare l’ardua impresa di riportare a casa Cayla…
Torna Wilbur Smith, come un evento al quale ormai ci si è abituati da decenni, con un nuovo romanzo d’avventura. Lo scrittore, nato nel 1933 a Broken Hill, nella Rhodesia Settentrionale – l’attuale Zambia – ha esordito nel 1964 e da allora i suoi romanzi sono diventati bestseller internazionali, soprattutto in Italia dove Smith è di gran lunga lo scrittore più venduto. La legge del deserto affronta un tema caldo e di estrema attualità come quello dell’integralismo islamico e della pirateria nelle coste africane e lo fa con gli ingredienti che hanno reso Smith un maestro del genere: le ambientazioni esotiche del continente africano, una serie di personaggi a confronto dei quali Rambo sembra uno scolaretto, un plot serrato che non lascia scampo e che conduce il lettore in un viaggio che si compone di salite e discese, di azione e di descrizione di sentimenti quali la paura, la vendetta, l’odio, l’amicizia e l’amore. Attraverso gli occhi dei suoi personaggi, Wilbur Smith getta lo sguardo sul mondo islamico e sulle dure leggi della Sharia, le quali, poste nelle mani di persone sbagliate come lo sceicco Tippu Tip, diventano incunabolo di ignoranza e deflagrano in atti di violenza e odio. E davanti a tali atti  ad Hazel ed Hector non resta che abbandonare i propri preconcetti e le proprie esperienze e calarsi in un mondo dominato da una sola legge. Quella del deserto.

Leggi l'intervista a Wilbur Smith

 

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER