La moglie dell'uomo che viaggiava nel tempo

La moglie dell'uomo che viaggiava nel tempo
Clare era una bambina che viveva in una grande e bella casa nel Michigan vicino ad un grande prato. Nel prato c’era un posto chiamato 'la radura', dove lei amava andare a giocare. Un giorno proprio in mezzo ad una roccia vicino alla radura Clare incontra per la prima volta Harry, l’uomo che un giorno molti anni più tardi diventerà suo marito. È nudo, infreddolito, è apparso dal nulla. Harry a quel tempo aveva trentasei anni, Clare sei. Senza dire niente la bambina gli porse un telo per coprirsi e lui le raccontò di essere un viaggiatore temporale. Lei capì subito l’importanza di quel bizzarro incontro e anche se non le fu subito chiaro se Harry fosse un demone o un angelo, un alieno o una creatura fantastica, seppe in fondo al cuore che sarebbe stato l’uomo che avrebbe sposato. L’infanzia di Clare viene punteggiata dalle visite di Harry che, da differenti punti del futuro, torna per vederla crescere, starle accanto in momenti particolari, osservarla: ma il loro incontro ufficiale, nello stesso continuum spazio temporale avverrà solo quando lei compirà vent’anni, in una biblioteca di Chicago. In quel momento Clare saprà tutto di Mr. DeTamble, il bibliotecario, mentre lui niente di questa strana ragazza conosciuta per ‘caso’. Solo all’età di trentasei anni infatti Harry, che è affetto da una malattia chiamata cronoalterazione, inizierà a viaggiare consapevolmente o meno avanti e indietro nel tempo...
Lontano da essere un 'normale' libro di Fantascienza, La moglie dell’uomo che viaggiava nel tempo è una meravigliosa storia d’amore scritta con delicatezza, una storia da scoprire pagina dopo pagina, con la paura e la voglia di sapere che cosa accadrà, narrata in prima persona contemporaneamente dal punto di vista di Clare e di Harry: così il lettore ha la possibilità di immergersi totalmente nei sentimenti dei protagonisti, nel loro mondo interiore che si dipana tra timori e sogni. In un romanzo di questo tipo ogni cosa dovrebbe essere possibile, ma sappiamo dai protagonisti che non è così… ogni volta però che la trama fa un salto in avanti o indietro e che le carte del destino vengono rimescolate, torna nuovamente tutto in discussione regalando a chi legge un ventaglio di possibilità da esplorare. Non sorprende che in America questa libro abbia appassionato oltre un milione di lettori, perché l’idea di poter vivere contemporaneamente passato e futuro per poi ritrovare il presente, è uno dei sogni che si annidano in fondo a ciascuno di noi. Sbirciare il futuro e incontrare i propri figli, tornare nel passato e consolare noi stessi, vedere felici i propri genitori e poter ascoltare la propria madre morta da tempo che canta ancor prima che tu nascessi, poter camminare indisturbati o meno nella piccola grande avventura della vita.

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER