La Pecora rossa

La Pecora rossa
Maria Paola Pecora, per tutti solo Pè, è una ragazza diafana, lentigginosa, dai crespi capelli rossi ereditati forse da una sorella di nonna. Mal sopportata e isolata dalla sua stessa famiglia, cresciuta in una povera catapecchia alla periferia di Roma, conosce sin da bambina la discriminazione, la violenza, l’abuso. Cresce in fretta, incapace di vedersi come una persona degna di una qualsiasi attenzione, lo fa senza saper dire di no, in un silenzio remissivo, alla ricerca spasmodica di attenzione, affamata d’amore senza mai averlo conosciuto. Frequenta la feccia del quartiere in bar squallidi dove il suo ragazzo ‘Stecca’, un poco di buono, la porta e la esibisce come un cane ubbidiente. Quando Pè rimane incinta non è ancora maggiorenne e quando lo comunica a Stecca teme che vada su tutte le furie, e invece l’uomo inaspettatamente gioisce in modo sguaiato. In pochi giorni Pè si trasferisce da lui in un seminterrato scarno: Stecca ha dato venti pezzi da cinquanta euro al padre di Pè, contento di liberarsi di quella figlia strana. È felice quando l’ecografia decreta che il suo primogenito sarà un maschio, e sceglie per lui il nome di Primo. Ma il dubbio che quel figlio possa nascere rosso di capelli, insinuato dagli amici del bar, non lo fa dormire. Al piano di sopra un’anziana professoressa in pensione trasferita da Torino a Roma durante la gravidanza entra pian piano nella vita di Pè cambiandola per sempre...
Una storia che racconta la miseria di vite ai margini della società, alla periferia della decenza, della cultura, della civiltà. Un romanzo dalla parte dei 'diversi' e degli sconfitti, della loro difficoltà, dalla parte di chi è partito in svantaggio e non riesce a vivere meglio di come fa perché non sa che esistono alternative percorribili. Un favola moderna che nasconde la fata buona dietro gli occhiali di una vecchia zitella petulante, e gli incantesimi tra le pagine dei libri - vere e proprie presenze magiche che appaiono nella vita di Pè. Un romanzo che racconta il riscatto, dove gli incontri e le occasioni sono possibilità per acchiappare la fortuna per la coda, possibilità che difficilmente si presentano due volte; un libro con una principessa rossa di sedici anni con un figlio che si doveva chiamare Primo e che finirà per chiamarsi Oscar, dove i sogni si chiamano Londra e possono dopo difficoltà e dolori anche avverarsi.

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER