La ragazza con la treccia

La ragazza con la treccia
Autore: 
Genere: 
Editore: 
Articolo di: 

Roma. “Cammina curva su se stessa, un pensiero recondito nascosto sotto l’arco delle ciglia”. Intreccia i fili dei pensieri con l’immagine degli uomini che ha conosciuto. La ragazza con la treccia ha quindici anni e cammina con tante domande su per via Bruno Buozzi, dove in quel giorno di maggio un medico l’aspetta… Grand Hotel Wagner. È Natale. Un soggiorno insieme all’uomo che si ama può essere una scoperta. Si ritrova ben presto sola, dopo essersi seduta a tavola insieme agli altri ospiti dell’albergo, e a tavola le chiacchiere languono. Gli stava raccontando l’ultimo episodio del libro di Conrad che sta leggendo. Lui, però, si è scusato e si è alzato. Lo vogliono al telefono. Al suo amante piace seguire i suoi racconti… In aereo da Barcellona a Bilbao. Il timore di una turbolenza favorisce una conoscenza. Il suo vicino le racconta di sé, i perché del suo viaggio, del suo ritorno dopo vent’anni a Bilbao. Il calciatore di Bilbao un tempo ha amato il teatro e Rosaura, ovvero Concha Alvarez… Grand Hotel Des Bains. Scortata da un nano vestito di rosso e di nero Maria raggiunge la stanza 112 in penombra. La stanza è stata prenotata per lei dal Casinò e lì dovrà cantare per un’ora, un’ora che già sa non sarà un successo… Roma. Oderio ha studiato come un turco, deciso a non fare il calzolaio e nella speranza di riuscire a essere un giorno un gran regista. Ce l’ha fatta e al suo fianco ha Lia – un tempo aiuto montatrice. Lia si è dimostrata all’altezza: è sua moglie, è anche la sua segretaria, gli fa da cuoca, fattorino, contabile, telefonista e così via…

Di un’attrattiva speciale, questo volume di storie: classico e contemporaneo, risente di una spontanea e distintiva esperienza del bello, dell’animo, femminile, attinge energie dall’unione tra l’immaginazione e il pensiero, richiama i legami tra gli avvenimenti cruciali della vita e l’orizzonte e la passione delle scelte. Dacia Maraini pone in luce lo spettacolo vivo delle relazioni. Su questo terreno della più chiara introspezione, personaggi diversi tra loro conversano in un’atmosfera di naturalezza, semplice ma intensa, e scenari realisticamente disposti si consolidano in tredici racconti brevi. Le esigenze più concrete e insieme ideali degli episodi – narrati anche in prima persona – si riassumono nello sviluppo spregiudicato e profondo dei sentimenti. Così, la ragazza dalla traccia nera che cammina su per via Bruno Buozzi rapida, in tumulto, “pensosa, con la faccia quasi deturpata da un pensiero doloroso” si incontra a inizio raccolta, quando l’autrice traccia quasi i motivi essenziali dell’opera; quando, per venire a un caso esemplare, una giovane, sola, una ragazza di appena quindici anni, sceglie di non separarsi dal figlio che aspetta. I rapporti tra donne e uomini riescono quasi sempre problematici o gravosi (Un clandestino a bordo), l’amore poco sincero, poco responsabile, ma non è fiacca, falsa o incosciente la preoccupazione che motiva Maraini a riconoscere e misurare egoismo, capriccio (Il ragazzo di Catania) e disamore (Il bosco del bandito).



 

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER