La ragazza meccanica

La ragazza meccanica
Un nuovo frutto, ngaw. È apparso dal nulla ed ora invade tutti i mercati di Bangkok, Anderson Lake non riesce a capire da dove possa essere arrivato. Deve prenderne atto, il regno di Thailandia ha fatto notevoli passi avanti nell'ingegneria genetica. Il nuovo frutto è resistente alla cibiscosi, alla micoruggine, a qualsiasi parassita da genemodifica. Vale moltissimo per i suoi capi e datori di lavoro della AgriGen, una fra le più potenti compagnie della Terra, con sede a Des Moines. Lo pagano per quello, per infiltrarsi nel regno di Thailandia e scoprire da dove arriva l'improvviso know how mostrato nella manipolazione genetica. Anderson potrebbe sembrare uno dei tanti imprenditori stranieri nel sud est asiatico, trapiantato lì per dirigere una fabbrica di kino molle innovative. Ha tutto dell'uomo d'affari: duro con i dipendenti locali, ossequioso con la corrotta burocrazia, attento con il suo braccio destro cinese. Nessuno però può sapere...
Romanzo d'esordio per Paolo Bacigalupi, scrittore americano di chiare origini italiane, e vincitore di numerosi premi e riconoscimenti dalla sua pubblicazione (2009) ad oggi. Si tratta sicuramente di una fra le più importanti opere letterarie mai pubblicate negli ultimi dieci anni, inclusa la fantascienza (non a caso, è stato anche vincitore ex aequo del prestigioso premio Hugo). In uno stile diretto e realistico, vagamente introspettivo grazie al buon utilizzo del presente, Bacigalupi affronta uno dei temi fondamentali del pensiero umano: l'attività umana è da considerarsi parte della stessa natura o ne sovverte irrimediabilmente l'operato? Il riferimento è all'impatto diretto dell'ingegneria genetica nell'equilibrio dell'eco sistema. La diffusione di nuove forme di vita create in laboratorio altera in profondità il sistema di vita umano. Non solo il clima e l'ambiente ne risultano sconvolti ma anche la politica e l'economia. I nuovi equilibri sono fragili, basta una casuale scintilla a scatenare il caos e sconvolgere ogni calcolo, per quanto sofisticato.

Leggi l'intervista a Paolo Bacigalupi

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 
Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER