La repubblica dei cuochi

La repubblica dei cuochi

Quando è stato quel preciso momento in cui si è smesso di “fare da mangiare” e si è cominciato a cucinare? Quale l’istante in cui abbiamo deciso che non andava più bene la marmellata del supermercato sotto casa e dovevamo per forza comprarla da Eataly? Quando abbiamo finito di cenare fuori e abbiamo cominciato ad avere “esperienze” con il cibo? A poco a poco, senza che ce ne accorgessimo, le armate dei farinetti e dei bottura hanno conquistato tutta Italia ed è nata una nuova religione, con un lessico nuovo, nuove liturgie, nuovi dogmi e, ça va sans dire, nuovi atei. E, come ogni religione e consumo generalista che si rispetti, la liturgia doveva prima essere amministrata da uomini: “c’è voluto il passaggio da hobby femminile a hobby maschile” affinché il culto della cucina raggiungesse una legittimità culturale…

Quello che fa la differenza tra Farinetti e noi comuni mortali è che lui ci è arrivato prima. È ciò che ingeriamo ad essere deputato a “rappresentarci” nel modo più compiuto. Il cerchio si è chiuso e il culto è nato: e, ci fa notare Guia Soncini, “dove c’è culto non c’è senso del ridicolo”. Quindi, ma non solo per questo, La repubblica dei cuochi è un libro che va preso sul serio ma solo fino a un certo punto. E non sarò certo io ad avere capito qual è questo punto. Quindi direi che è un libro riuscitissimo proprio per questo motivo qui: lo leggi, lo rileggi, ma “il punto” ti scappia via di continuo, a pagina 43 pensavi di averlo preso e a pagina 44 non ce l’hai più. O forse, il “punto” è che chi scrive questa recensione ha per Guia Soncini una venerazione pari a quella degli adepti della gastroreligione. E quindi non è la persona più adatta per mettere in discussione ciò che lei sostiene. Una volta, su Facebook, mi insolentì e non ho avuto neanche il bisogno di fare uno screenshot del video: le sue parole ce le ho tatuate nel cuoricione e me ne bullo con gli amici del bar. Basterà tutta questa consapevolezza a mettermi in salvo dal senso del ridicolo?



 

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER