La seconda vita di Nick Mason

La seconda vita di Nick Mason
Traduzione di: 
Genere: 
Editore: 
Articolo di: 

In una sera Nick Mason è riuscito a rovinare tutta la sua vita. Cresciuto a Canaryville, un quartiere irlandese di Chicago, ha alle spalle un passato da teppista, prima ladro di automobili e poi assalitore di spacciatori di droga; ma proprio quando con il matrimonio aveva deciso di mettere la testa a posto, con i suoi due ex compagni Eddie e Finn riceve una proposta che non riesce a rifiutare. McManus, un delinquente abituato a colpi particolarmente redditizi, propone ai tre amici di rubare le tappezzerie imbottite di cocaina di due imbarcazioni ormeggiate nel porto di Chicago. È un’impresa che prevede rischi calcolati e che può fruttare veramente una fortuna, tutto il denaro che a Mason serve per far cambiare vita alla moglie Gina e alla figlia Adriana, una bambina di solo quattro anni. Ma qualcosa va storto. Mentre procedono verso la salvezza, i due camioncini guidati dai quattro ladri vengono fermati da una squadra della Sis – unità di polizia speciale impegnata nella lotta contro lo spaccio della droga – e un poliziotto perde la vita nello scontro. Mason viene arrestato e accusato dell’omicidio, dovrà scontare una pena di venticinque anni nel penitenziario di Terre Haute. Qui viene avvicinato da un detenuto molto speciale, Darius Cole, uno dei maggiori boss della malavita di Chicago, che è interessato a lui per le sue qualità. Amante insaziabile della lettura e in particolare della cultura giapponese, in Mason il suo tutore vede le capacità mentali degli antichi samurai giapponesi. Nick ha già scontato cinque anni, adesso Cole gli propone di tornare in libertà – anche dietro le sbarre il boss può dirigere un’organizzazione che influenza persino la gestione della giustizia -, ma solo a condizione di mettersi al suo servizio per venti anni, il rimante periodo che dovrebbe ancora scontare. Mason accetta e da quel momento inizia la sua seconda vita. Al ladruncolo di Canaryville tornato in libertà, sempre per volontà di Cole viene assegnata una stupenda villetta su due piani, con veduta sul lago Michigan e arredata in modo impeccabile, una Mustang 390 GT Fastback – l’auto di Steve McQueen in Bullitt –, in pratica una nuova vita fatta esclusivamente di lusso. Ma il piacere ha il suo prezzo e Mason non deve dimenticare di aver preso un impegno con Darius Cole, a ricordarglielo ci penserà uno dei bracci destri del boss, un certo Quintero…

“Un romanzo strepitoso”: è stato questo il conciso ma chiaro giudizio di Stephen King sull’opera di Steve Hamilton, che in effetti ha la qualità di attrarre l’attenzione del lettore senza mai un cedimento, senza lasciar sopraggiungere momenti che possano annoiare. La traduzione è in un linguaggio scorrevole e le vicende si succedono con linearità, in una storia che per queste ragioni si segue veramente con soddisfazione. Le due vite di Nick Mason sono separate dall’ultimo periodo di detenzione del protagonista, a fare da spartiacque è il personaggio enigmatico di Darius Cole, anche se pagina dopo pagina l’autore non manca di svelare per gradi i meccanismi mentali del boss. Ma rompere definitivamente con il passato, sarebbe come rinnegare la prima vita ed essere già in conflitto con la seconda: per questo Mason mentre assapora il piacere e affronta il dolore della sua nuova condizione, cerca di riallacciare i contatti con la ex moglie e la figlia, ma anche con gli amici e con i luoghi dove ha vissuto per tanto tempo. La prova più dura per lui sarà quando le vicende del presente andranno a coinvolgere le persone legate al suo passato. In Mason convivono due anime, quella del delinquente di strada incapace di dare una svolta alla propria esistenza, sempre alle prese con la necessità di sopravvivere, e quella del collaboratore di un uomo potente che pretende rispetto e obbedienza. Ma dentro di sé il protagonista non tradisce mai la sua personalità, impulsiva e per alcuni aspetti asociale, incapace di affrontare una realtà che sempre e comunque lo costringe a comportarsi come non vorrebbe. Mason resta in ogni contesto un irreparabile disadattato, una condizione ereditata dalla sua origine di nascita e che la bella vita non può cambiare. Rappresenta quella parte della società statunitense abbandonata a se stessa, di cui non si occupano politici o filantropi, che interessa solo a un boss come Darius Cole per convenienza, il diavolo che offre il suo patto a Faust. Il romanzo è uscito nel 2016 negli Stati Uniti con il titolo originale The second life of Nick Mason ed è la prima opera di Hamilton della serie dedicata all’irruento irlandese, che è continuata nel 2017 con Exit strategy (a Nick Mason novel). Dopo aver lavorato per dieci anni alla IBM, Steve Hamilton ha abbracciato la carriera letteraria con il romanzo di esordio Un giorno freddo in paradiso (A cold day in paradise) del 1998, pubblicato in Italia dalla Mondadori nel 2001. Sempre dello stesso autore la Mondadori ha tradotto The hunting wind del 2002 con il titolo Il vento del cacciatore, mentre per i tipi della Giunti è uscito Combinazione mortale, titolo originale The lock artist, del 2010. A coronamento della sua carriera Hamilton ha ricevuto vari premi per la letteratura gialla, tra i quali l’Edgar Award.



0

Pubblicità

 

Pubblicità

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER