La vigna di Angelica

La vigna di Angelica

Dopo cinque anni di lavoro e al termine di una bella riunione, la nuova creazione delle cantine Brugliani ha finalmente il suo nome. Falce di Luna è uno spumante che profuma di frutta, fresco, all’altezza delle aspettative. Angelica, amministratore delegato dell’azienda ereditata da suo padre, ha trentacinque anni ed è apparentemente all’apice di un’esistenza fortunata. La sua famiglia la protegge da sempre e nonostante un primo matrimonio avventato e sfortunato, ha riassunto la posizione di comando dell’azienda, invidiata e ammirata, ricca, con un nuovo matrimonio e una splendida figlia adolescente che la adora. Eppure qualcosa la tormenta e la tristezza della sua inquietudine è causa di un brutto incidente in moto. Per fortuna riporta solo una lesione al ginocchio che guarirà senza troppe conseguenze, a differenza dell’incontro con un uomo misterioso e affascinante che segnerà il suo destino…

Come la stessa autrice ha dichiarato, questo nuovo romanzo “è un inno all’intelligenza, alla creatività e alla praticità delle donne”. Sveva Casati Modignani torna a dedicare una storia ad una donna complessa e piena di contraddizioni, affascinante, al comando di un’azienda ad appannaggio maschile nell’immaginario comune. Scopriamo invece che nel nostro paese ci sono molte donne del vino, figlie d’arte di aziende note in tutto il mondo che creano dal frutto dei vigneti bevande pregiate per palati raffinati, che tengono alto il nome dell’Italia nel mondo. Lo stesso probabilmente vale per l’autrice, tradotta in venti paesi i cui libri hanno venduto oltre dieci milioni di copie, indubbiamente una delle firme più note della narrativa contemporanea che dalla sua casa milanese racconta nuove storie di donne e di uomini in ambienti suggestivi sicuramente da scoprire.



 

 

 

 
 
 
 

Potrebbero piacerti anche

Il nostro sito utilizza i cookie ACCETTO
Se vuoi saperne di più COOKIE POLICY

I NOSTRI PARTNER